01 settembre 2014

[TRAVEL] TRA CAMPANIA E CALABRIA ALLA SCOPERTA DI QUEL SUD CHE NON T'ASPETTI

Ho sempre pensato che prima di andare alla scoperta del mondo sia necessario conoscere bene quel pezzo di "mondo" d'appartenenza, perchè le considerazioni vanno snocciolate su qualcosa di conosciuto: prima di dire se è più bella casa mia o quella del mio vicino devo viverli. Entrambi. I territori.
Con estrema facilità ho giocato in casa decidendo d'investire un pezzetto delle mie vacanze estive su una parte di costa a me ignota, tra Sorrento e Capri.
Così ho vissuto tante prime volte: la mia prima pizza napoletana, il primo mal di mare, il mio primo status da straniera (non vi dico quante volte sono stata scambiata per tedesca, inglese o americana vista la poca affluenza di turisti italiani) e la prima volta in alta quota per più di una settimana (e per me che soffro di vertigini è un grande traguardo!).
Le mie considerazioni su Sorrento sono tutte positive. Questa piccola perla della costa campana è una leccornia, in tutti i sensi, alla portata di chi ama i panorami mozzafiato e il cibo buono. Peccato non aver trovato tanti italiani; chissà, forse la crisi o forse la scarsa attenzione su questa parte d'Italia. Il fatto è che Sorrento mi ha coccolato e Capri mi ha rapito. Tant'è che ho promesso di ritornarci, soprattutto a Capri, dove ho capito il perchè su tante cose: dalla moda alla musica.
Sulla Calabria, dove ho trascorso un'altra settimana, avevo già scritto ampiamente lo scorso anno. Anche perchè questa regione per me diventa un appuntamento fisso ogni estate.
Morale della favola: sono ritornata al nord da qualche giorno e ho già strane sensazioni.


Mi mancano il sole, il mare, il vento, la libertà e gli abiti leggeri. Proprio su quest'ultimi ho scoperto delle particolarità: come i sandali gioiello artigianali - tipici della costiera amalfitana - e l'Antica Sartoria di Positano. Ma questo sarà un tema interessante per un altro post.

28 agosto 2014

[BEAUTY] DUO FILLER SUPREMA DI EUPHIDRA PER PREVENIRE LE RUGHE DA ESPOSIZIONE SOLARE


Sono rientrata dalle vacanze da qualche giorno e inevitabilmente ho dovuto fare il punto della situazione generale per ripartire alla grande!
Per quanto riguarda la mia pelle sono abbronzata ma non troppo, e anche se sono stata molto attenta, necessito di idratazione continua. Tanta, dentro e fuori.
Per la pelle del viso, a cui tengo particolarmente, ho attuato da qualche settimana l'azione d'urto combinata del filler suprema Euphidra.
Ho conosciuto questo duo in occasione del beauty blogger day da Zeta Farmaceutici e da quel giorno è stato amore a prima vista.

Mattina e sera applico entrambi per evitare i segni del tempo e prevenire quelle rughette che possono comparire dopo l'esposizione al sole; anche se sono stata attenta con una protezione a 50+. Le fasi sono semplici:

1- A viso asciutto e pulito applico prima il filler all'acido jaluronico a 4000 p.p.m. Con la sua consistenza leggera e setosa mi soffermo sui punti in cui si potrebbero formare rughe, anche quelle d'espressione. Si assorbe in pochi secondi e non appiccica.

2- Successivamente abbondo su viso e collo con il siero antirughe ad azione d'urto. Una crema leggerissima che si assorbe con velocità, lasciando sulla pelle un fantastico senso di freschezza.

Entrambi i prodotti, come tutti quelli della linea Euphidra, sono reperibili in farmacia. Io fino a settembre inoltrato vado avanti così!

27 agosto 2014

[BEAUTY] BENESSERE CAPELLI A CURA DI STEFANO MANTOVANI: RIENTRO DALLE VACANZE, RICOSTRUZIONI E RISTRUTTURAZIONI DEL CAPELLO


Ultimi colpi di coda dell'estate. Il rientro dalle vacanze, o comunque dal periodo di ferie, è sempre un po' traumatico e se a questo aggiungiamo intere giornate trascorse sotto il sole al mare o a bordo piscina è molto probabile che anche i nostri capelli subiscano uno stress importante. 
Al ritorno in città i capelli si presentano generalmente sfibrati da eccessi di calore, la struttura è fortemente indebolita da lavaggi che in estate diventano più frequenti rispetto al resto dell'anno e i colori sono sbiaditi oppure virano verso sfumature non gradite. Un capello in queste condizioni è sicuramente prossimo alla rottura, se non addirittura già spezzato. Cosa fare per rimediare a tutto questo?


La prima cosa da fare è affidarsi alla consulenza di un parrucchiere professionista, perchè in casi delicati come quelli del post-estate, il fai da te potrebbe provocare danni ancora più difficili da riparare. Un rimedio formidabile è una ristrutturazione dalla linea Methos. Si applica a capello asciutto una sinergia di sali minerali concentrati e di crema nutriente. I primi iniziano a ripristinare il fattore idratante del capello che sicuramente è stato destabilizzato dal calore, mentre la crema, un vero portento composto da proteina della seta, sericina e potenti complessi idratanti, emollienti e protettivi, penetra molto profondamente dentro il capello, agendo cosi' su tutta la struttura. Dopo un opportuno periodo di posa, si procede con il lavaggio applicando lo shampoo specifico emolliente e vedrete come fin da subito i capelli saranno lucidi, corposi, grossi, setosi.


Nei casi più gravi, ma in questo periodo si potrebbe consigliare pressochè a tutti i tipi di capelli, è più incisiva la ricostruzione Methos. Alla sinergia descritta prima, aggiungiamo keratina e dopo aver lasciato i capelli in posa per circa 20 minuti, procediamo col lavaggio con lo shampoo specifico ristrutturante. In questo caso, oltre al benificio precedentemente descritto, il capello recupera fin da subito la sua fibra migliore. Molto utile, anzi necessario, un mantenimento a domicilio composto dallo shampoo specifico e sali minerali; e nei casi più seri sinergizzarli con la cheratina. Con i capelli così rimessi a nuovo, potete pensare al colore senza mettere a repentaglio la salute del vostro capello con colorazioni o tonalizzazioni Tecna; colorazione ad olio senza ammoniaca dai risultati riflessanti strepitosi.

Stefano Mantovani
Naturalmente Parrucchieri

15 agosto 2014

[BEAUTY] BENESSERE CAPELLI A CURA DI STEFANO MANTOVANI: FERRAGOSTO TENDENZA FAI DA TE


La serata più attesa dell'estate è in arrivo e con essa il proliferare di avvenimenti, feste, nottate all'aperto. In vacanza la voglia di libertà si manifesta nella sua massima espressione, ma per la serata di ferragosto è vietato non essere fashion. Ora, se vi viene difficile nei luoghi di villeggiatura raggiungere un parrucchiere (e magari pensiamo che è ferragosto pure per loro), vi do qualche suggerimento su come essere libere, alla moda con alcuni semplicissimi accorgimenti. Intanto insisto nel dirvi che mantenendo sempre un capello protetto e idratato durante il giorno e trattandolo bene con i corretti shampoo e ristrutturanti anche tornati dalla spiaggia, il capello smetterà di essere vostro nemico. Se non lo avete ancora fatto, andate a rileggervi il post su come si trattano i capelli durante le esposizioni solari prolungate.
Se avete i capelli lunghi valorizzateli con asciugature selvagge e mosse. Idratateli bene con sali minerali concentrati Methos e lasciateli liberi di asciugarsi in modo naturale. Se sono mossi, sfruttate la loro naturalezza e se sono lisci aiutate l'asciugatura con leggere strizzate con le mani, oppure create anelle anche molto casuali e fermateli con dei normali becchi cicogna. Quando sono completamente asciutti, (s)pettinateli a testa in giù con il semplice tocco delle mani. Se la serata si preannuncia particolarmente calda e afosa, potete fare dei raccolti molto casual. Anche in questo caso il raccolto deve essere volutamente imperfetto: se desiderate uno chignon fatelo alto liberando completamente il collo, mentre se amate le trecce, ancora molto attuali, vi propongo la treccia laterale sbarazzina e sexy allo stesso modo. Impreziosite le vostre acconciature con mollette, fermagli, elastici, o quello che volete, basta che ci siano fiori. Fiori fiori e fiori ovunque, ovviamente finti, e di tutti i colori. La scelta sarà in base alla mise che indosserete per quella serata. Molto attuali ed elegantissimi anche i foulard, che possono essere annodati anche nella semplicissima coda di cavallo. Per coloro che hanno i capelli corti è molto bello creare un'asimmetria dei volumi, a meno che il taglio non lo consenta già, portando i capelli dietro le orecchie solo da una parte, anche casomai con l'aiuto di un prodotto gelatinoso che per l'occasione posso tollerare, per fare in modo che il ciuffo possa essere valorizzato.
Buon Ferragosto e buona estate!

Stefano Mantovani
Naturalmente Parrucchieri

10 agosto 2014

[EVENTI] #STARFASHION14: L'ALTA MODA FERRARESE AI PIEDI DEI TREPPONTI DI COMACCHIO

Ieri sera a Comacchio, nella suggestiva location dei Trepponti, come anticipato in questi giorni è andato in scena Star Fashion 14.
Come Blogger Ufficiale per l'occasione ho condotto la serata sui social condividendo i momenti più importanti grazie all'hashtag #StarFashion14. Quindi se ora andate su facebook, twitter, instagram, tumblr e seguite la parola magica potete vedere tutti i miei commenti sulla serata.


Parlando della moda vista e vissuta un grande applauso va a Patty Farinelli, Carlo Porta e Pabla Creation.
Di Patty Farinelli abbiamo visto la linea Red Carpet e quella da sposa. Grazie alla sua bravura, il nome di Comacchio sta spopolando all'estero! Infatti proprio per Star Fashion14, direttamente da Hollywood, ha sfilato anche la sua testimonial Regina Salpagarova.


Eleganza e lusso nelle creazioni di Carlo Porta con ispirazioni all'Oriente. In un gioco di colori brillanti, Carlo Porta, ha proposto beachwear originale e Made in Italy. Devo anche confidarvi un segreto, Carlo Porta è un grande stilista dall'eleganza innata. Insomma, un vero signore! Ho avuto modo di scambiare quattro chiacchere con lui prima della manifestazione ed è una persona ricca dentro (la sua storia vi rapirà e presto ve la racconterò). Questo e molto altro a mio avviso fanno di lui un grande stilista.


Tra i grandi anche Pabla Creation con i suoi abiti gioiello. Dire che è stata eccezionale è poco, come del resto la sua testimonial Serena Miller direttamente da Italia 7 Gold. Tutto il suo staff è sempre carico di energia e con il sorriso sulle labbra. Lavorare con loro così è un grande piacere.
 

Tra le altre proposte grande applausi anche per il Dado Abbigliamento che ha coreografato i baby modelli, all'intimo di Loretta Cinti (emozionatissima durante la serata!) e a Sandra Scaroni di Scaroni gioielli che ha arricchito di accessori preziosi gli abiti da sposa di Patty Farinelli.


La scalinata dei Trepponti ha visto anche la moda emergente. Tra questi Valentina Silvestri vince la licenza per un software di modellistica grazie al suo abito (il secondo sulla destra partendo dal basso).

Ringrazio personalmente Jenny Modena, abituata a lavorare con le grandi top model, che ha curato egregiamente e con professionalità la parte make up.

Foto: Saverio Rizzetto
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...