Bellezza orientale: piccole curiosità sulla beauty routine delle coreane

È giusto che sappiate una cosa: sto scrivendo questo post con la maschera viso all’argilla spalmata su tutta la faccia (evitando ovviamente il contorno occhi e il contorno bocca), come ogni sabato/domenica. Questo perché da sempre, e non finirò ma di dirlo, ho cercato di prendermi cura della pelle del viso puntando molto sulla prevenzione; un po’ come le orientali. Una volta a settimana, solitamente nel weekend, faccio un’operazione beauty profonda per tutto il corpo imitando i trattamenti delle spa.

Infatti, quando ho scoperto che le donne orientali, in particolare le coreane, si focalizzano in primis su questo non mi sono stupita più di tanto. Mi sento molto vicina a loro.
Se desiderate imitarle la prima regola, almeno per la cura del viso, è la seguente: la cura della pelle viene prima del make up. In pratica non tendono a nascondere le imperfezioni, no!, le combattono – o meglio – le distruggono sul nascere ottenendo una pelle fine come la porcellana, perfetta alla vista anche da struccate.

pexels-photo-185481

Non si truccano molto, anzi prediligono il make up nude mettendo in risalto la grana della pelle impeccabile, pallida ed equilibrata ritornando così ad un concetto assai lontano quando le donne non si truccavano molto ma curavano e si proteggevano con elementi naturali. Scrivendo ciò mi viene in mente Cleopatra nell’Antico Egitto che amava i lunghi bagni nel latte di asina per idratare e schiarire la pelle, oppure le nobildonne alla corte francese del Re Sole che passeggiavano nei giardini di Versailles esclusivamente con l’ombrellino per non abbronzarsi, e quindi, non rovinare la pelle.
Se ci pensate nulla di nuovo, è solo un ritorno al passato per rituffarsi al futuro e lo preferisco perché le italiane – o meglio le europee in generale – tendono a nascondere, a puntare soprattutto sul make up non considerando che un trucco perfetto è il risultato non solo di buoni prodotti utilizzati ma soprattutto di un’ottima base: se la pelle del viso “fa acqua da tutte le parti” (e non lo dico a caso perché l’idratazione è fondamentale!), il trucco non potrà valorizzare più di tanto.

A questo punto vi chiederete: perché hai citato proprio le coreane? Perché l’industria della cosmesi coreana sta andando forte e detterà un nuovo trend molto probabilmente anche da noi. Come ho anticipato si basa principalmente sulla cura, infatti nel settore troviamo prodotti schiarenti e sbiancanti per la prevenzione di macchie e rughe. L’obiettivo è avere una pelle candida, senza imperfezioni, a prova di tempo.

Non ci crederete ma una donna coreana in media utilizza al giorno fino a 20 prodotti per la cura della pelle del viso! La beauty routine parte dalla detersione fino ad arrivare all’esfoliazione e all’idratazione. Questo in media ogni giorno. E non è un male perché l’inquinamento, il sebo e altre particelle sono in parte le cause delle nostre imperfezioni.

Non mi resta che andare a sciacquare la mia maschera all’argilla e imitare sempre di più questo concetto di bellezza che parte da lontano ma sicuramente durerà nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *