Vita di donna la strada verso l’empowerment: l’interessante infografica di ActionAid

Si è celebrata ieri Women’s Day, che in tutto il mondo ha visto donne scendere in piazza per riaffermare il proprio diritto … ad avere diritti. La cosiddetta “Festa della Donna”, infatti, non è solo un modo del celebrare la figura femminile, ma anche per acquisire consapevolezza di tutte le conquiste fatte nella storia e tutta la strada che ancora bisogna fare.

ActionAid Italia si unisce al coro di voci che invitano a non chiudere gli occhi davanti alla negazione dei diritti delle donne, invocando la gender equality. La Onlus, il cui impegno al fianco delle donne è continuo e universale, ha lanciato così l’infografica “Vita di donna: la strada verso l’empowerment” che racconta l’arduo percorso che milioni di persone portano avanti ogni giorno per raggiungere maggiore consapevolezza di sé e una condizione di vita dignitosa e rispettosa.

La realtà è davvero impressionante: oggi a milioni di donne nel mondo vengono negati i diritti fondamentali alla base di ogni società civile (dalla salute all’istruzione, dalla terra al lavoro ecc … ). Fenomeni come le mutilazioni genitali femminili (200 milioni di donne in 30 stati di Asia e Africa le hanno subite), i matrimoni precoci (22 milioni di ragazze nel mondo sono sposate con un uomo adulto) e l’analfabetismo (496 milioni di donne nel mondo non sanno né leggere né scrivere) sono purtroppo estremamente attuali.

Il messaggio lanciato da ActionAid è tuttavia positivo: realizzare il cambiamento per le donne si può. Accedere a istruzione, lavoro, vita sociale è un diritto per ogni donna in qualsiasi paese del mondo e può diventare realtà.

Il lavoro della Onlus si poggia su tre pilastri fondamentali:
• La lotta a qualsiasi forma di violenza, sostenendo le vittime di maltrattamenti e discriminazioni, organizzando gruppi d’informazione e discussione per far capire quanto siano pericolose pratiche come le mutilazioni genitali femminili e incoraggiando le donne a denunciare.
• La promozione del diritto allo studio, mediante l’organizzazione di corsi di formazione professionali per gli insegnanti, campagne di sensibilizzazione per bambini e genitori sull’importanza dell’istruzione e fornendo materiale scolastico e uniformi a bambini che vivono nelle famiglie più povere del Sud del mondo.
• La lotta alla povertà femminile, promuovendo l’organizzazione di gruppi di discussione e alfabetizzazione, gruppi di risparmio e credito; organizzando corsi di formazione professionale ed avviando il dialogo con le istituzioni affinché il diritto alla terra sia riconosciuto anche alle donne.
E non dimentichiamo, inoltre, che è importante anche favorire la costruzione di quartieri in cui le donne siano parte sociale attiva e integrante, un percorso che ActionAid porta avanti giorno dopo giorno.
Perché se è vero che si può cambiare e migliorare, bisogna impegnarsi per farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *