The day after Brexit: le conseguenze nella moda

pexels-photo-113885

Come annunciato il divorzio c’è stato: ieri la Gran Bretagna è uscita ufficialmente e definitivamente dall’Unione Europea. Una separazione per nulla dolorosa ma sicuramente senza possibilità di ritorno.
In maniera del tutto silenziosa sta iniziando uno scenario nuovo sotto ogni punto di vista poiché non vi è mai stato un precedente del genere. Così, ieri, guardando il telegiornale della sera mi sono chiesta: quali conseguenze potrà portare Brexit nel mondo della moda?

Ve lo spiego subito.

Vedremo gli effetti immediati nel settore della moda globale con una ulteriore svalutazione della sterlina inglese. Cosa significa questo? Un potere d’acquisto più forte per noi stranieri sui prodotti inglesi. È il caso di dirlo: a tutto shopping! Internamente, a casa loro per intenderci, potrebbe ridursi la fiducia dei consumatori locali nella vendita al dettaglio. Saranno felici i loro commercianti.

Un altro limite sarà la libera circolazione dei cittadini europei, creando problemi per le aziende di moda i cui dipendenti viaggiano spesso all’estero per motivi di lavoro. Essi rappresentano una grossa percentuale di forza lavoro che fa nascere – tra un viaggio e l’altro – un valore utile per l’azienda. Basti pensare alle fiere di settore o agli appuntamenti specifici con clienti e fornitori. Un ulteriore aggravamento si vedrà pure negli accordi commerciali con gli scambi di tariffe sulle importazioni ed esportazioni dei prodotti tessili.

Guardando la situazione da una prospettiva globale a perderci saranno le aziende britanniche e non le nostre: le aziende di moda del Regno Unito e le istituzioni potrebbero anche non avere più accesso a centinaia di milioni di euro di fondi UE e se così fosse il governo britannico dovrà intervenire immediatamente per sostituire tale finanziamento. C’avranno pensato?! Chi lo sa…

Insomma, un ulteriore lato oscuro veleggia nella moda d’ora in avanti e c’è da chiedersi: ma chi glielo ha fatto fare?!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>