SOS Studenti: 5 consigli per il rientro all’Università

Glovo_Logo_trasparente

Da buona nostalgica in questo periodo dell’anno ricordo e rimpiango con un misto di gioia e malinconia gli anni in cui andavo all’Università. Ieri pensavo proprio a questo: quando ero studentessa non vedevo l’ora di finire per potermi buttare nel mondo del lavoro (anche se già lavoravo. Ho sempre lavorato e studiato contemporaneamente), invece, ora, se potessi ritornerei indietro in un batter d’occhio. Mi manca Ferrara, mi manca Bologna, le due città che mi hanno visto studentessa universitaria, mi manca l’ansia da esame, mi manca la soddisfazione post-esame. Mi manca lo status da studentessa che ti fa sentire giovane e con una vita piena di progetti. Mi mancano i mercoledì universitari e le serate con gli amici di corso. Insomma, vorrei riprovare quel groviglio nello stomaco fatto di poche preoccupazioni e tanto entusiasmo.

Perché l’Università non è solo un insieme di esami da sostenere (a proposito alla fine dei 3+2 io ne ho superati più di 60 senza neanche accorgermene), ma è uno step di vita necessario per rendere la mente più elastica. Per impostarti culturalmente al mondo del lavoro in maniera totalmente diversa.

Io di quei 60 esami superati ho metabolizzato molta teoria, ma solo la pratica mi ha permesso poi di poter compiere delle scelte importanti. Di poter capire quale strada prendere e su quali termini.

Comunque, visto che si respira aria di “back to school / back to university”, vi lascio i consigli di Glovo per tutti gli studenti; matricole e fuori corso.

Infatti per affrontare al meglio questa sessione di studio, Glovo ha preparato 5 preziosi consigli che condivido perché li ho adottati anche io:

1. Crearsi uno schema, una tabella di marcia: non serve programmare tutte le pause caffè o essere troppo rigidi con se stessi, la tabella perfetta deve essere intesa come un’indicazione di massima per sapere se stiamo procedendo nei tempi o siamo indietro e soprattutto deve essere ragionevole (no, 200 pagine al giorno non sono verosimili).
Io prima di ogni sessione mi segnavo tutte le date degli esami per potermi preparare in tempo. Fidatevi, funziona!

2. Gruppi di studio: se sono di due / tre persone sì, altrimenti rischia di diventare troppo dispersivo e le pause caffè si dilatano.
E mio consiglio personale, equilibrate il gruppo con persone che hanno veramente voglia di studiare altrimenti vi faranno perdere tempo!

3. Gratificatevi in qualche modo: quando vi prende un languorino, la voglia di dolce o fame di salato seguitela (con moderazione) e studierete meglio.
Questa è la parte più bella: prima dell’esame ero abbastanza nervosa, durante l’esame andavo come un treno e poi mi gratificavo subito dopo avere superato l’esame. Ogni volta mi regalavo qualcosa: una borsa, un accessorio, un abito… Bologna è stata testimone di mie tante sessioni di shopping post-esame.

4. Tenersi del tempo per fare sport e fare delle passeggiate: fate tante pause il vostro cervello ringrazierà!

5. Basta commissioni inutili: (che sappiamo spesso sono solo una scusa per non studiare e perdere tempo) come piccole spese, andare in cartoleria, tornare a casa a prendere il caricabatteria (e stare via 2 ore) etc. Il punto 4 è già sufficiente.

Detto questo ringrazio Glovo per avermi portato indietro nel passato, anche solo di qualche anno. Globo è una piattaforma di anything delivery ultraveloce, su cui puoi comprare tutto quello che desideri e riceverlo in pochissimo tempo. Quest’app ti mette in contatto con un Glover che può svolgere le commissioni al posto tuo: vuoi recuperare il libro che hai lasciato a casa o comprarti un panino da gustarti a pranzo? Grazie a Glovo potrai farti consegnare tutto ciò di cui hai bisogno ovunque ti trovi!
Basta perdere tempo per fare la spesa per la casa o per la nonna, soddisfa le tue voglie di gelato o del piatto del tuo ristorante preferito, senza accontentarti del toast del bar dell’università (e soprattutto senza perdere tempo!).

Buon inizio anno a tutti!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>