Adidas Superstar: storia e opinione personale di una sneakers di successo

14517509_1280064455337901_4190154582114083085_n

Insomma, ve l’ho “menata” (che qui da me significa raccontata o comunque sia tirata per le lunghe) per giorni con ‘sta storia delle Adidas Superstar. Ebbene, anche io sono entrata nel folto club delle fashion addicted che amano questo modello di sneakers. E non mi sono accontentata delle ultime arrivate o del modello base. No!
Ho scelto l’opzione personalizzata piena di glitter. Perché così mi da l’impressione di una scarpa esclusiva che posso adattare a tanti outfit. Tranquilli, sono pazzamente consapevole delle mie convinzioni di stile.

14463165_1277933975550949_824248657740766289_n

Comunque non sarò né la prima e né l’ultima ad amare questo particolare modello di scarpe da ginnastica. Tant’è che mia sorella, quando ha saputo del mio nuovo acquisto, mi ha preso in giro parecchio: “Sei arrivata tardi cara mia. Io già dieci anni fa le indossavo!“. È vero ai tempi delle scuole superiori lei le prendeva già nei suoi store di fiducia e le indossava per i look più sportivi. Mi sono fatta superare anche da mio papà, che alla sua veneranda età (non si dice, potrebbe offendersi!), si è preso le Superstar per le sue passeggiate all’aria aperta.

Da grande appassionata di moda quale sono, e amante della regola delle cinque W del giornalismo, mi sono fatta un bel po’ di domande. Ci sarà pure un motivo nel successo di questo emblematico quanto semplice paio di Adidas, no?! Così mi sono documentata e ho scoperto un bel po’ di cose:

1. L’azienda Adidas nasce nel 1949. La sua storia è alquanto travagliata ma dovete sapere che questo nome – Adidas per l’appunto – è il diminutivo del nome del fondatore più le prime tre lettere del cognome del fondatore. Cioè hanno unito Adi+das  ed è venuta fuori una storia d’affari che fa girare veramente tanti soldi; ancora oggi!

2. Il modello Superstar viene lanciato nel 1969 e con esso l’azienda raggiunge il successo. Inizialmente le Superstar, dal taglio molto alto, sono molto apprezzate nel mondo del basket; tra i cestisti vanno a ruba perché la particolare protezione in gomma sulla punta evitava incidenti durante le partite. Negli anni ’70 il successo nel mondo dello sport continua, ma è solo negli anni ’80 che la scarpa in questione arriva nello street style diventando a pieno titolo una sneakers urbana e oggi city glam, aggiungo io.

3. Questo particolare modello di sneakers presenta delle caratteristiche: le strisce, il logo del brand sui lati, la punta a conchiglia, la suola alta e resistente. Dettagli inconfondibili e molto copiati.

4. Attualmente Adidas per rilanciare il modello ha accettato numerose collaborazioni famose che sono riuscite a dare nuova vita a qualcosa di storico. Tra queste troviamo nomi come Pharrel Williams e Rita Ora.

Io le trovo perfette per il mio quotidiano perché si adattano veramente a tutto. Le adoro con i jeans, con i pantaloni più casual, per sdrammatizzare un outfit business e in particolare le apprezzo tantissimo con una semplice t-shirt bianca, una gonna a tulipano e una borsa a tracolla quando il tacco proprio non mi va giù.

Consiglio personale: da indossare con il calzino a bordo caviglia scuro se la scarpa è chiara o comunque sia a contrasto con il colore scelto.

 

Per concludere, come ho già detto sui miei social, Adidas Superstar are the new Cinderella shoes!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>