A Smell Festival 2016, dal 18 al 22 maggio a Bologna, il profumo è “Magiae Naturalis”

Immagine_Smell_2016

Magiae Naturalis è il tema della 7a edizione di Smell – Festival dell’Olfatto, la rassegna dedicata alla cultura dell’olfatto e all’arte del profumo in programma dal 18 al 22 maggio a Bologna. Promosso dall’associazione Orablu, il Festival si avvale del patrocinio della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Bologna, e della collaborazione di Istituzione Bologna Musei, Museo internazionale e biblioteca della musica.

Il titolo della 7a edizione si rifà all’omonimo libro di Giovanni Battista Della Porta: umanista, scienziato e alchimista napoletano che contribuì a diffondere le tecniche di distillazione e l’arte profumiera nel tardo Rinascimento. La “magia naturale” evocata dalla rassegna vede come protagonista la figura del profumiere-mago conoscitore dei segreti della natura e partecipe dei processi di trasformazione del reale attraverso la combinazione degli elementi e la conoscenza dei loro “magici abbracciamenti”.

Sede principale della rassegna il Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna, dove sabato 21 e domenica 22 maggio sarà presente uno dei protagonisti di spicco di Smell Festival, Olfattiva, casa di profumo italiana che si distingue per l’uso di essenze 100% naturali: durante il weekend Olfattiva trasformerà la Sala Mostre del Museo della Musica in un rigoglioso giardino mediterraneo con agrumi in fiore, prati e roseti dove troverà spazio un laboratorio di profumeria naturale con libri di ricette, distillatori, alambicchi e cucurbite per dinamizzare gli oli essenziali. Lo spazio Olfattiva ospiterà olfazioni e workshop con la partecipazione di Barbara Pozzi, naso e anima di Olfattiva. Il pubblico potrà inoltre sentire in anteprima la nuova collezione di fragranze “I Preziosi” composta con oli essenziali pregiati provenienti da tutto il mondo.

Fin dalla sua prima edizione Smell Festival ha stretto un legame particolarmente fecondo con il settore della profumeria artistica e selettiva su cui la rassegna anche quest’anno si focalizza grazie agli interventi di rappresentanti italiani e internazionali.
Tra questi, Oliver Valverde fondatore del marchio di fragranze indipendente Oliver & Co con base a Madrid i cui profumi si nutrono di diverse ispirazioni: dall’illustrazione botanica fino allo spazio cosmico. Gli archetipi olfattivi naturali sono rivisitati da Valverde in chiave avanguardista. Futuring Nature è il titolo della sua presentazione al Museo della Musica sabato 21 maggio, durante la quale condividerà con il pubblico la sua visione della profumeria nel 21esimo secolo. Noto per essere un autodidatta, Valverde condurrà nello stesso giorno anche un workshop di profumeria dove i partecipanti verranno in contatto con il suo metodo di composizione basato sull’intuizione estemporanea, sull’astrazione e sulla sperimentazione libera da finalità.
Nel solco dell’antica arte profumiera, si pone Rancé 1795 la cui tradizione è portata avanti con creatività e savoir-faire dalla famiglia Rancé da sette generazioni. Al Festival dell’olfatto sarà Giovanni Rancé, CEO e direttore artistico della Casa, a ripercorrere, sabato 21 maggio, l’eredità di François Rancé che nel 1795 avviò a Grasse il laboratorio da cui nacquero le fragranze favorite da Napoleone e la sua corte. Una storia illustre che conduce al presente, dove la tradizione si traduce in un’eccellenza contemporanea fatta di creatività, innovazione, selezione di ingredienti della massima qualità, da cui nascono fragranze multidisciplinari, all’incontro tra arte e profumo, design e ricerca.
Nella stessa giornata, la magia del profumo e delle essenze sarà oggetto dell’incontro con Sileno Cheloni, creatore di fragranze e fondatore di AquaFlor, bottega fiorentina dal fascino d’altri tempi dedita alla manifattura artigianale di profumi. Dopo un lungo apprendistato che l’ha portato a contatto con la tradizione profumistica di matrice sufi, Cheloni celebra con le sue fragranze l’unione tra la profumeria spirituale, mezzo di connessione con il divino, e la profumeria francese. Durante Smell Festival farà conoscere al pubblico le proprietà magiche e spirituali legate ad alcune sostanze odorose e parlerà delle connessioni tra alchimia e mistica presenti in due creazioni di Aquaflor: Ex-Tasis, profumo per la persona, e Magia, profumo per l’ambiente.

Se l’olfatto è spesso considerato il più istintivo e “animale” dei nostri sensi, un altro ospite speciale di Smell Festival, Roland Salesse, ricercatore presso l’Unità di Neurobiologia dell’Olfatto dell’INRA (Institut National de la Recherche Agronomique), farà riflettere sulla valenza culturale ed estetica della percezione degli odori partendo da considerazioni relative alla natura e fisiologia dell’olfatto. Salesse si occupa da decenni di sensorialità olfattiva spaziando dalla biologia fino alle più recenti applicazioni di questa sfera sensoriale in ambito artistico e teatrale, oggetto anche del suo saggio “Le spectateur olfactif” (in L’Art olfactif contemporain Ed. C. Jaquet, Les Classiques Garnier, Paris, 2015).

In relazione al tema della rassegna non poteva mancare un riferimento al giardino, luogo di delizie e appagamento sensoriale. A creare questo collegamento sarà un laboratorio dedicato all’universo odoroso del Parco e del Giardino della Reggia di Caserta condotto da Addolorata Ines Peduto e Gerardo Pasquale Iodice. Il percorso sensoriale si snoda nel Bosco Vecchio, un’area del Parco risalente all’epoca cinquecentesca, e nel Giardino Inglese realizzato nel 1786 per desiderio di Maria Carolina, Regina di Napoli. Nel corso del tempo, il Parco e il Giardino Inglese sono diventati un complesso di enorme importanza botanica per le specie autoctone esistenti e le specie esotiche. Al Museo della Musica di Bologna il pubblico avrà l’occasione di conoscere parte di questo patrimonio attraverso campioni botanici, pregustando la visita speciale alla Reggia di Caserta che Smell Festival organizzerà il 25 giugno.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>