Conferenza Stampa Show del Ferrara Film Festival: pillole dalla Conduttrice

Foto di Maria Mascellani

L’aspetto più bello di avere un blog è quello di poter scrivere liberamente, senza limiti di tempo e di spazio, i momenti vissuti. Infatti dopo quasi due giorni dall’evento show del Ferrara Film Festival, presentato dalla sottoscritta proprio a Ferrara nella cornice della Sala Estense, posso raccontarvi il mio punto di vista.
Se v’interessa sapere cos’è e in cosa consisterà tecnicamente vi consiglio di andare su Google, digitare le parole chiave e leggere gli articoli della stampa locale. Invece per l’aspetto più personale ed emozionale rimanete con me, vi conduco io, come sempre.

In una parola sola è stato un successo, un vero successo, se non lo fosse stato non avrei investito tempo per scrivere un post sul mio blog. E non lo dico come conduttrice, quindi tra gli addetti ai lavori, ma oggi come spettatrice esterna che è riuscita a percepire tutte le sensazioni della serata soprattutto di chi era sul palco con me: dall’ideatore Maximilian Law alla mia spalla Edoardo Boselli; dagli artisti (Thomas Cheval, Fulvio Bertolino, Roberta Righi professionali e simpaticissimi dietro le quinte e sul palco) fino alle istituzioni. Mi sono emozionata anche io, lo ammetto, ma credo che nessuno se ne sia accorto. Quando salgo sul palco, o sono davanti alle telecamere a condurre, le emozioni vengono automaticamente metabolizzate per migliorare la mia performance art. E così è stato: nessun tempo morto, molto intrattenimento e momenti decisivi di spettacolo puro. Così doveva essere come da scaletta tecnica.  Se ho accettato di condurre una conferenza stampa particolare – tra la presentazione semplice e lo show – è perché c’ho creduto io in prima persona e soprattutto credo nel sogno di Maximilian Law; un sogno che sarà una realtà certa a breve.

Infatti archiviata la parentesi ‘presentazioni ufficiali’, che si traduce in un primo mattoncino depositato per un ambizioso progetto, rimane la promessa di rivedersi nel 2016. Non fra un anno, ma fra qualche mese: il Ferrara Film Festival c’è, perché già attivo, e si farà prestissimo. La macchina organizzatrice composta da tante persone positive sta lavorando da mesi per questo, e vedendo l’entusiasmo generale per lo show proposto, potete stare sicuri che questo è solo un buonissimo assaggio.

Credeteci, l’entusiasmo se condiviso non fa male ma favorisce il buonumore.

Mi auguro che Ferrara comprenda l’importanza di avere una rassegna dedicata al cinema e un altro appuntamento culturale sul calendario annuale già ricco. E spero pure che la voglia di sognare non sia tradotta come semplice utopia: il sogno è la benzina della vita e tiene vivo lo spirito.

Ringrazio chi a fine serata si è complimentato per il mio lavoro, sono stata una rivelazione per molti lo ammetto umilmente. Alcuni non mi conoscevano come conduttrice, ma solo come giornalista della carta stampata e blogger di moda.
In effetti a Ferrara non avevo ancora condotto prima d’ora, – o non si era visto il mio stile di conduzione – proprio per questo spero che sia la prima di una lunga serie; magari al Ferrara Film Festival.

Foto di Maria Mascellani

Foto di Maria Mascellani

Foto di Maria Mascellani

Foto di Maria Mascellani

Foto di Maria Mascellani

Foto di Maria Mascellani

Foto di Maria Mascellani

Foto di Maria Mascellani

Foto di Gianfranco Ganzaroli

Foto di Gianfranco Ganzaroli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *