Quest’anno l’offerta della formazione professionale continua per i giornalisti mi piace di più

Giornalisti

Chi è giornalista iscritto all’Ordine dei Giornalisti lo saprà bene. Come annunciato sul sito www.formazionegiornalisti.it, testuali parole, per effetto dell’art.7 del Dpr 137/2012, dal primo gennaio 2014 anche i giornalisti italiani dovranno assolvere all’obbligo della Formazione Professionale Continua (FPC) per adeguarsi alla normativa che prevede l’aggiornamento per tutti gli iscritti ad un Ordine professionale come una delle condizioni per poter mantenere la propria iscrizione all’Ordine stesso.
In sintesi, ogni iscritto dovrà maturare 60 crediti formativi (CFP) in un triennio, (con un minimo di 15 crediti annuali) di cui almeno 15 su temi deontologici.

Lo scorso anno a livello deontologico ho maturato 20 crediti. Per l’anno in corso devo giocarmi altri 20 crediti in base all’offerta dei corsi online e in presenza offerti gratuitamente dagli organi ufficiali.

Devo ammettere che in base a ciò che ho visto finora c’è la netta volontà di migliorare il contenuto dei corsi. Tant’è che oggi mi sono iscritta al corso che mi permetterà di maturare 4 crediti dal titolo “Evento 2.0: come organizzare e gestire un evento attraverso i social network”.

Dirvi che sono entusiasta è poco! Ovviamente lo prenderò come momento di approfondimento per il mio lavoro che non comprende solo il lato giornalistico.

Insomma, per farvela breve, quest’anno l’offerta della formazione obbligatoria per i giornalisti mi piace di più!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>