Doria 1905? Chapeau!

Come avrete visto sui social sabato ho trascorso la giornata al White di Milano. Infatti ho saltato a piè pari la fashion week – con motivazioni professionali e personali che vedrete presto nel mio docu-fashion – e mi sono buttata verso un contesto di scoperta che sento più vicino al mio essere; anche se poi, per come vivo la moda io, mi sono sentita lo stesso un pesce fuori d’acqua (ma questo sarà oggetto di un altro approfondimento).

Quindi sabato, nel marasma generale, in senso attento e critico ho aggiornato il mio bagaglio fashion culturale sui brand e i loro prodotti.
Con grande gioia ed emozione ho finalmente conosciuto di persona un’azienda di cui avevo già scritto qualche mese fa: Doria 1905.

DSC_0040 DSC_0046 DSC_0030

Il brand non è una novità per me, infatti a Bologna in via IV Novembre, in una delle mie trasferte lavorative, avevo già notato il punto vendita stile retrò. In un solo passaggio già mi aveva fatto un’ottima impressione. Insomma, le premesse energetiche erano buonissime dal mio punto di vista. Poi sabato ho avuto la certezza: oltre a toccare con mano i loro prodotti che rientrano nel fascia del lusso, in una serie di numerevoli indossati, ho percepito anche un calore umano che mi ha colpito; merce rara questa nella moda, molto rara.

Del resto c’è poco da fare: la passione, l’energia e l’amore di una o più persone viene trasferito inevitabilmente nel prodotto e tutta quella passione, quell’energia e quell’amore il consumatore più sensibile lo sente e se ne innamora al punto che procede all’acquisto coniugando un’esperienza di vendita eccellente ad un prodotto di qualità.
Io ho sentito tutto questo. Vi pare poco?!

DSC_0031 DSC_0036 DSC_0040 DSC_0048 DSC_0059 DSC_0067

Pertanto con questo post, oltre a dirvi che mi sono letteralmente innamorata di ogni singolo cappello che ho provato, desidero anche sottolineare una cosa: la classe che troviamo in un prodotto, prima di tutto, è presente nelle persone che lo creano. La classe, l’esperienza e la bontà d’animo non si acquistano. Oggi, in un mercato fortemente compromesso, altalenante e pieno di concorrenza, tutto questo determina il successo di un’azienda: per il bene di tutti, dei clienti e dello staff dipendente. E da Doria 1905 è così.
Da parte mia è il caso di dirlo: chapeau Doria 1905!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *