La donna in rosa da Giovanni Boldini a me

Francesca Succi

C’è un colore che ho sempre adorato e sempre l’adorerò, il rosa, e c’è un pittore ferrarese Giovanni Boldini che oltre a legarsi ad una delle mie città, Ferrara, nei suoi quadri ha interpretato egregiamente il concetto di femminilità allo stato puro. Con il rosa e non solo: le donne del Boldini sono uniche, rare, leggendarie…
Parlo di femminilità perchè proprio domani troverete un mio articolo su la Nuova Ferrara nella rubrica dedicata alla moda dove ho parlato dei tanti modi di interpretarla da parte delle donne, anche se è un concetto innato. Per me è quasi d’obbligo farlo visto che il mondo femminile è così bello e complesso. Mi ritengo fortunata di farne parte!
Ritornando al rosa e a Boldini, c’è un quadro che amo in maniera particolare e si tratta della donna in rosa. Si tratta di uno dei quadri più famosi di questo pittore, infatti quando se ne parla – del Boldini intendo – inevitabilmente a livello istituzionale viene fuori questo quadro simbolo di amore, passione ed estremo fascino.
Guardandolo più volte mi sono sempre chiesta chi, come, quando e perchè possa essere nata una simile opera d’arte. Senza contare se quell’abito rosa e ricco di dettagli, con cui viene titolato il quadro, sia mai esistito per quanto è splendido. E io con queste foto, nel mio piccolo e con estrema umiltà, ho voluto interpretare una donna in rosa contemporanea. Accostata agli accessori romantici, ma pur sempre rock, e in una continua connessione col mondo.

IMG_8529 IMG_8539 IMG_8513
Boldini e De Pisis sono in esposizione al Castello Estense di Ferrara ancora per molto tempo. Se avete occasione andateci perchè merita, è un capitolo dell’arte da non perdere assolutamente!

Fotografo: Floriano Ronconi
Outfit: Jijil
Bracciale: Nerocipria
Mono orecchino: Les Reves de Moma
Hair: Paola Bagnolati
Style: Sara Villani

1 Comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>