Gli essenziali: la penna da appunti e quella da occasioni speciali

PicsArt_1420816852410

Che tu sia un giornalista o un lavoratore di diverso settore, la penna in borsa (o nella tasca) dovrai sempre avere. Perchè la penna – a parte la fase evocativa e comunicativa che sta avendo in queste ultime ore riguardo alla cronaca mondiale – è uno strumento in grado di fare la differenza: permette di esprimere il proprio punto di vista nero su bianco e di appuntare ciò che la mente non riesce a memorizzare. Anche se sono molto tecnologica la preferisco a qualsiasi supporto multimediale, altro che bacchetta magica!

Da quando andavo a scuola, grazie alla passione ereditata da mio papà, ho sempre amato le penne; al punto da collezionarle. La mia preferita da allora è la Bic: pratica, leggera ed economica. È la penna universale che trovi in tutto il mondo. Ideale da portare in borsa, da condividere, da allegare ad una cartella stampa…
Arriva in soccorso durante una telefonata per appuntare un’informazione e la puoi lasciare in ogni angolo in cui ti senti attivo.

Poi ci sono le penne speciali: quelle che utilizzi – appunto – per le occasioni speciali. Come la firma di un contratto o l’autografo del primo libro. Per me quella speciale è una Parker rosa regalatami da una delle mie migliori amiche quando mi sono laureata.

Io mi muovo così, come nella moda: ho la penna, anzi penne, per il quotidiano che utilizzo fino all’esaurimento senza preoccupazioni e poi c’è la penna bella per le grandi occasioni.

Questo post per comunicare anche e semplicemente questo: che tu sia a casa, in partenza, o in ufficio non dimenticarti della penna. Portala con te o lasciane a mazzi sulla scrivania, proprio come i fiori: grazie alla carta ti aiuterà nei momenti più belli e quelli più difficili. Non ti deluderà!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>