Dall’haute couture al nostro armadio: ispirazioni dalla sfilata di Giambattista Valli

Dopo il duro colpo avuto dalla moda maschile mi sono buttata nel sogno dell’haute couture parigina della primavera/estate 2015. E devo dire che è stato come respirare una boccata d’ossigeno: mi ha rimesso in sesto. Così ho deciso di condividere con voi le mie analisi di stile che ho battezzato dall’haute couture al nostro armadio perchè, anche se sono consapevole che prima o poi vestirò un abito da sogno come questi, nel frattempo devo arrangiarmi come tutti i comuni mortali trovando l’alternativa low cost o tramite una creazione personalizzata.

Se Cenerentola aveva uno stilista sicuramente doveva essere Giambattista Valli perchè in questa sfilata sembrava proprio di essere al grande ballo di una favola d’altri tempi: colori sorbetto, tessuti vaporosi, accostamenti graziosi e tanta ma tanta classe che usciva da tutti i chilometri di tulle che volteggiavano grazie all’andamento delle modelle.

Giambattista Valli
Nel sogno però sono rimasta con i piedi per terra: va bene sognare, ma non troppo. Così ho individuato tutto ciò che credo troveremo presto noi umilissime amanti della moda entrando da Zara o in altro negozio monomarca. Le chicche che ho puntato per la prossima estate, e che sicuramente desidererete anche voi, sono:

Giambattista Valli

1. Un abito color corallo: non importa se non sarà vaporoso come questo, ciò che è importante in questo caso è il colore. Il corallo è il colore simbolo dell’estate ed è così energizzante che dona tanta allegria; anche in un giorno di pioggia!

2. La fascia a fiocco con veletta: appena l’ho vista ho pensato che doveva essere mia. Come? Spero che qualche brand low cost si muova per farmela trovare oppure agirò da sola con la consapevolezza di avere tra le mani – o meglio sulla testa – l’accessorio più romantico che abbia mai visto.

3. Un paio di sandali neri: semplici sì, ma quanto sono belli?! Noi donne acquistiamo valanghe di calzature e forse non abbiamo le basi. Bene, questo sandalo in tutta la sua bellezza è la base della scarpiera. Averli è di vitale importanza!

4. Una gonna di tulle: che è già un trend, ma lo ricordo perchè non è mai abbastanza. Magari nera e meno trasparente. Forse anche colorata, magari pastello. Insomma che tulle sia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *