[FOOD & COOK] VEGANITÀ: INTERVISTA AD UNA VEGANA ETICAMENTE CONVINTA

vegan2
Essere vegani ultimamente è diventato un vero e proprio trend, un po’ come il sushi. Però la parola trend con vegan non si lega. Nel senso che se vai a dire ad un vegano convinto che abbracci la cultura vegan perchè è una moda non la prende proprio bene, con tutte le ragioni!
Essere vegan è qualcosa di più profondo, che va oltre l’ammissione pubblica o la foto del piatto su un social. Essere vegan significa…
Per trovare le parole giuste ho deciso d’intervistare una vegan convinta da un paio d’anni. Non ha mai avuto perplessità sulla sua veganità. Anzi, cerca di diffondere la sua convinzione senza esitazioni. Per una questione etica e morale. Questa volta intervisto mia sorella, chi meglio di lei poteva aiutarmi a fare un po’ di chiarezza sull’essere vegani?

Cosa significa essere vegana e perché hai scelto di essere vegan?
«Essere vegana significa fare una scelta che comporta benessere fisico e mentale, non solo per sé stessi ma soprattutto per gli animali e il pianeta. Ho scelto di essere vegana principalmente perché sono un’amante degli animali. Quando ho deciso di essere vegana l’ho fatto senza indecisioni e ripensamenti, se devo essere sincera mi rammarico di non averlo fatto prima!».
Quali difficoltà comporta questo cambiamento a tavola?
«Sinceramente non trovo nessuna difficoltà. Quando sono a casa preparo i miei piatti. La parte difficile – se così vogliamo definirla – arriva quando si deve mangiare fuori casa; e allora sì che diventa un’impresa. Purtroppo il mercato non è ancora maturo a tal punto da farmi avere la possibilità di scegliere tra molti piatti: bisogna accontentarsi delle solite verdure grigliate o un antipasto, con tanta fortuna!
Comunque nei supermercati sto notando un costante aumento dei prodotti vegani, indice del fatto che c’è richiesta. Spero che possano aprire in tutta Italia, anche nelle piccole città come la mia (Ferrara ndr), dei locali in grado di offrire interi menù anche per vegani».
Ora i piatti vegan sono diventati di tendenza. Oltre al trend c’è di più, vero?
«Sono abbastanza contrariata dall’accostamento vegan/tendenza, questo perché genera molta confusione e fa perdere credibilità ad una scelta importante come quella vegan. Molto spesso sento parlare di celebrità che decidono di diventare vegan per un mese e poi indossano pellicce; e passato il mese di “prova” tornano alla vecchia alimentazione. Non credo che sia il modo giusto di approcciarsi a questa scelta, anche perché senza le giuste motivazioni è facile cedere ogni tanto pensando che non succede niente. Chi sceglie di essere vegan per il rispetto degli animali, dell’ambiente e della salute, come nel mio caso, difficilmente potrebbe concedersi un pezzo di carne o una pizza margherita al ristorante pensando che per una volta non succede niente.
La scelta vegan è molto più che una moda, coinvolge ogni momento quotidiano; non solo nel cibo, ma anche nell’abbigliamento, nei cosmetici e nei prodotti per la casa, dove la maggior parte dei casi sono testati su animali. Quindi bisogna stare attenti a tutto quello che si acquista, è sicuramente una scelta che ti cambia la vita sotto ogni punto di vista».
La dieta vegana può aiutare per disintossicarsi e perdere peso durante l’estate?
«Sicuramente è ottima per disintossicarsi e rimanere in forma. Già dalla prima settimana si notano subito i primi cambiamenti: ci si sente più leggeri, si digerisce meglio, si hanno più energie e la pelle migliora moltissimo. Naturalmente ci vuole tempo per far rigenerare il fisico in una nuova luce grazie ad una alimentazione più naturale».
Un menù estivo in una tua giornata tipo?
«D’estate cerco il più possibile di mangiare cibi crudi e pietanze fresche. La mattina inizio con una bella colazione a base di frutta di stagione, cereali e semi. A pranzo sono buonissime le insalate fredde con il farro e l’orzo. A cena non possono mancare tantissime verdure – crude o grigliate – e  delle proteine vegetali. Oppure una pizza vegana molto buona e leggera, insomma c’è una vasta scelta».
E una ricetta vegan facile e gustosa che possiamo preparare velocemente?
«Visto che siamo in estate, e la voglia di stare ai fornelli è poca, direi di preparare una bella insalata fresca con il farro, l’avena e l’orzo.  Si cuoce il tutto insieme alle zucchine, i fagiolini e i piselli… Insomma sbizzarritevi con la fantasia! Una volta cotta si lascia raffreddare aggiungendo poi un filo d’olio aromatizzato. È un piatto molto comodo da portare come pranzo al sacco!».

E dopo questo contributo lascio a voi le considerazioni.

2 Comments

  • Chiara Giatti scrive:

    Credo che chi cerca di essere vegano per seguire il trend resista molto poco… Mi pare sia una filosofia di vita, non solo un modo di mangiare “diverso dal solito”.
    Intervista molto interessante e ricca di spunti anche per chi vuole solo ampliare la propria dieta quotidiana!
    a presto :)
    Chiara
    >http://www.chiaweb.it<

    • Francesca Succi scrive:

      Esatto! Infatti con questa intervista l’obiettivo era proprio quello di far capire che dietro la scelta vegana ci sono una serie di valori che vanno oltre alle mode del momento.
      Nelle ultime due domande ci sono spunti interessanti per alternative estive sane e gustose ;-)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>