[TRAVEL] EMILIA ON THE ROAD: NONANTOLA SCENARI CULTURALI CHE SI PRESTANO ALLA MODA

DSC_0014_Fotor

In un torrido sabato pomeriggio di inizio estate ho deciso di fare un giro di perlustrazione. Mi sono spostata poco più in là, tra Modena e Bologna, alla scoperta di qualcosa che avevo visto in una puntata di Ulisse a cura di Alberto Angela.
L’Emilia è un luogo magico, in grado di stupirti ad ogni angolazione. Nonantola, che conoscevo solo attraverso i cartelli stradali durante i miei viaggi tra Carpi e Ferrara, ora posso dire di averla vissuta; un solo pomeriggio ma l’ho vissuta.
I miei occhi hanno visto con stupore i bellissimi davanzali ricchi di fiori colorati, piazze a misura di bambino dove i giochi antichi sono disegnati sull’asfalto (conoscete la campana?), pozzi con secchi che sembrano vivere di acqua fresca e impronte storiche da far invidia al mondo.

Forse non tutti sanno che a Nonantola sono custoditi reperti dell’epoca longobarda: ricche pergamene e reliquiari storici sono a disposizione di tutti nell’archivio storico dell’Abbazia di San Silvestro. Il museo è accessibile, ma purtroppo l’abbazia è chiusa al pubblico per il terremoto del 2012. Perchè Nonantola è uno dei luoghi dell’Emilia che ha vissuto il terrificante incubo del terremoto; una piaga ancora non risanata e inevitabilmente dietro l’angolo. Approfitto quindi di richiamare l’attenzione e prestare affetto e importanza a questo tema che non ha smesso di farci sentire coinvolti.

Le location che ho immortalato con lo scatto fotografico, con una tecnica che tende al lomo che conduce al motto «non pensare, scatta!», si prestano per eventi e situazioni legati alla moda. In moteplici scorci ho immaginato di mettere in atto le mie idee professionali. Il mio Emilia on the road continua.

5 Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>