[FASHION & LOOK] ISPIRAZIONI PER RINFRESCARE L’ARMADIO: LA PRIMAVERA 2014 DI ADELE 1961

Sto pensando di rinfrescare il guardaroba a partire dalla primavera/estate. Mi sto guardando attorno per catturare ispirazioni e mood. Quando mi sono soffermata su questo brand ho pensato subito di volere tutto perchè è così che vorrei vestirmi per il lavoro e alcuni momenti del mio tempo libero; a parte quei giorni in cui mi piace essere friendly per una passeggiata e lì prediligo tute morbide e sneakers. E allora lo faccio conoscere anche a voi, si tratta di Adele 1961, nuovissimo brand creato dalla famiglia Soffiantini – storica impresa bresciana legata al mondo della moda e del fashion – che presenta la sua collezione per la primavera in corso.
L’esperienza iniziata nel lontano 1961 da Giuseppe Soffiantini, padre degli attuali titolari, Paolo e Carlo, è alla base di questo percorso che ha portato alla realizzazione di un nuovo marchio dedicato alla creazione di prodotti di qualità con un ottimo rapporto qualità/prezzo.

La collezione primaverile di Adele 1961 punta su uno dei must have di stagione: l’eterno ritorno del black&white, minimale ma non troppo, fashion quanto basta, aperto alla modernità dei tessuti e del gioco degli opposti. Ecco quindi che il bianco e il nero si alternano sui cady stampati sul jacquard, sui rasi, sui jersey fino alle levantine stampate e ai cotoni bicolor per un look quotidiano chic.
Il look black&white lascia spazio alla primavera che sboccia sugli abiti e sui capi spalla disegnando un giardino colorato attraverso stampe ed applicazioni. I veri protagonisti di questa primavera, i fiori, donano femminilità ed eleganza a tutti i tessuti per una donna attenta alle tendenze che vuole dei capi molto femminili e mai banali. La collezione è caratterizzata da tessuti fluidi, scorrevoli sulla silhouette, adatti a tutte le donne.

Oltre a questa parte apparentemente bicromatica la primavera di Adele 1961 è come una spremuta di vitamine per affrontare questa stagione con la giusta carica.

Che dite, con le ispirazioni sono sulla buona strada?

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *