[NEWS] SARAH RUTSON: LA STORIA DI UNA DONNA CHE CE L’HA FATTA (NELLA MODA)

c600x410
Solitamente, ed erroneamente, il mondo della moda viene associato ad un concetto frivolo tutto al femminile. Dico e sottolineo erroneamente perchè, seppur svariati e rari casi nell’editoria, in linea generale non è proprio così. La moda, anche se finisce con la “a”, non è così femminile come pensiamo. Ai posti di comando non c’è ancora parità e parlando di ciò mi viene in mente uno spot di un famoso shampoo mandato in onda in questo momento nelle Filippine che, non a caso, ha ricalcato questo concetto abbattendo i luoghi comuni sessisti. Inutile dirvelo perchè lo saprete già: è diventato un vero e proprio manifesto. Se siete curiosi potete vederlo qui. Lo spot finisce con un siate forti e brillanti; il che non era riferito solo ai capelli, ovviamente.
Non mi soffermerò sullo spot, anche se sarebbe pane per i miei denti perchè i creativi Pantene in questo caso sono stati dei geni e hanno colpito dritto al messaggio in tutto il mondo, ma voglio raccontarvi la storia di una che ce l’ha fatta. Perchè non è così scontato farcela nel mondo della moda, soprattutto se sei donna.
La donna in questione si chiama Sarah Rutson e per molti di voi questo nome non vi dirà nulla. In Cina è a capo di uno dei più grandi gruppi che operano nel lusso, forse aprendo questo link potrete capire qualcosa di più.

Sarah Rutson

Ha rilasciato un’intervista a D di Repubblica.it in occasione dell’apertura di un nuovo LC a Shangai.
A parte l’analisi sullo scenario del mercato cinese, degno di nota e a tratti intuibile per come vanno le cose da noi (gli orientali quando sono in Italia fanno scorta del nostro made in Italy!), l’aspetto che mi ha più colpito è la preparazione professionale della Rutson.
L’inizio della carriera molto giovane, un po’ come la mia, una dose di femminilità intrisa di caratteristiche maschili a livello caratteriale; perchè altrimenti fuori non riesci a vivere e nel lavoro a starci dentro… Insomma, mi ha fatto davvero una bella impressione in una moda sempre più vicina al concetto di apparenza e non di sostanza.
La rivelazione però mi è arrivata alla fine dell’intervista, e cito testuali parole, quando il giornalista le chiede “Un consiglio per i giovani che vorrebbero diventare, un giorno, fashion director come te?”, lei risponde: Non è quello che indossi che ti rende importante nel mondo della moda; nemmeno le idee dell’ultimo minuto. Non perdere tempo a scegliere il giusto look per essere fotografato e postato sui blog più famosi: lavora e impegnati duramente negli stage e nelle esperienze che farai. In questo mondo non esistono scorciatoie: è inutile cercare l’ascensore più veloce per arrivare in alto, prendi le scale e goditi ogni piano“.
Finalmente qualcuna che la pensa come me! Mi sento meno sola, ci credete? Oltre allo spot possiamo eleggere questo piccolo testo a manifesto? Perchè io lo farei già mio.
L’ultimo capoverso fa parte dell’intervista di Angelo Ruggeri e potete leggerla direttamente da qui.
Sarah Rutson ha anche un profilo Instagram. Credo che da oggi in poi la seguirò, il quid in più è quell’ennesima perla nella descrizione: fashion never sleeps and neither do I (la moda non dorme mai e neanche io).

6 Comments

  • Elisa Bellino scrive:

    Sì sarebbe bello, se tutti prendessero le scale come me e te, ma non è così, ed io tra un pò ho 30 anni, quindi se non succede qualcosa in questo periodo non so… In tutte le cose io credo che ci voglia talento, volontà, ma anche un pò di fortuna.
    http://www.welovefashion.it

  • Effe coco scrive:

    Bel post ragaza e comunque è giusto pensarla anche così, essere preparate, impegnarsi, studiare. Penso che il discorso sarebbe lungo, che il fatto dei blog non sia solo una scorciatoia, che possa essere anche una passione per vivere qualcosa che ci diverte, nonostante gli studi, poi certo come in tutte le cose, lo studio serve ed è importante. Credo anche che quello che dica è si giusto, ma per alcuni non è come dice lei, quello che indossa conta :)

  • M+K scrive:

    What an inspiring post! We love the quote about taking the stairs and enjoying each level, because it’s so true of blogging and of life in general.

    http://mkstyleramblings.blogspot.com.au/

  • Poupette scrive:

    Lo spot a cui fai riferimento lo conosco e devo dire che alle volte i pubblicitari mi sorprendono con cose incredibili, geniali come questa. Anche perché non è ottima solo l’idea, ma anche la realizzazione.
    E riguardo a Sarah Rutson, che in effetti devo dire che non conoscevo, non posso che concordare con te e con la sua ultima frase. Io ci credo che il lavoro e l’impegno alla fine siano la cosa fondamentale per farcela, nella moda così come in altri ambiti! Le persone fortunate esistono ed è inutile negarlo, a loro basta poco ma arrivano velocemente, la domanda è: riusciranno a rimanere in alto?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>