[TEMPO LIBERO] MY FASHION WEEK STORY (IN LIVE STREAMING)

Ebbene, è arrivata l’ora di chiudere il sipario. In verità è già stato chiuso, ma dentro la mia testa presa da tanti impegni (interviste, scadenze, articoli, post e via dicendo), il sipario è calato solo oggi.
Avevo promesso di scrivere un post conclusivo a questa maratona contro il tempo e le sfilate. Volevo soprattutto dire la mia e raccontare l’esperienza personale che ho vissuto.

In tanti mi avete chiesto: ma eri a Milano? No, non ero a Milano. Ho seguito la settimana della moda  da casa grazie alle magie del web. Con lo streaming mi sono vista più dell’80% delle sfilate!
Non sono partita perchè avevo delle cose importanti da sbrigare e quindi ho preferito seguirla off line. Nell’arco di una giornata tipo da fashion week, non ho solo visto le sfilate, ma ho mandato avanti le mie rubriche sui giornali, ho aggiornato il blog in tempo reale e gestito la mia vita come sempre.
Solitamente mi organizzavo così: davanti al pc, munita di penna e agenda, durante la sfilata prendevo appunti, e poi a fine giornata, postavo tutti gli stilisti che avevo visto con le emozioni scritte proprio in diretta. Dalle musiche fino ai particolari (per quel che ho potuto vedere!).
Grazie a questa fashion week ho ripreso a scrivere con la penna e la cosa non mi dispiace davvero. Mi sono allenata con la scrittura veloce, come quando prendevo appunti all’Università.
Ho contemplato con tutta la calma necessaria ogni abito e mi sono emozionata, a volte con una lacrimuccia, quando è stato il momento di farlo. Liberamente perchè non mi vedeva nessuno. Alla fine il bello dell’off line è anche questo!
Non ho avuto l’ansia da outfit da fashion week e non ho sofferto il freddo vedendo alcune mezze nude sotto la neve.
Chiaramente mi è mancato viverla con la pelle: lo street style, l’ansia da spostamento, la paura di non arrivare in tempo alla sfilata, gli eventi e tante altre cose. Ma su facebook negl’ultimi giorni con altre blogger, che saluto (tra cui Glamourday), s’era fatto un gruppo d’ascolto per ogni sfilata. E quella di Dolce e Gabbana l’abbiamo vissuta come da vicine in prima fila.

Quindi, anche se non sono riuscita a venire, mi rimane lo stesso un bel ricordo di questa fashion week. E soprattutto, mi rimangono gli abiti degli stilisti. Emozioni forti che non si dimenticano! Spero di non mancare alle prossime per vivere appieno tutta la magia di una settimana della moda e conoscere tanti blogger con cui interagisco ogni giorno. Alla prossima!

12 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *