[NEWS] MISS YOU AUDREY HEPBURN

258586130819077.2733.2084926186
Oggi, per chi non lo sapesse, sono venti anni esatti che Audrey Hepburn ha lasciato questo mondo. Voglio ricordarla così come faccio ogni giorno: eterea, leggera e bellissima.
A dire il vero io l’ho ricordata anche ieri in occasione dell’intervista radiofonica su Radio Victoria. Spero di poter registrare la replica, in onda proprio oggi, così da inserirla in rassegna stampa.
Ieri, per chi si fosse perso la puntata, si parlava di eleganza. Nelle due ore di trasmissione sono intervenuta telefonicamente per dire la mia. Mi è stato chiesto di definire l’eleganza e l’ho fatto  dicendo che è qualcosa che va oltre la bellezza, l’apparenza e l’aspetto fisico.
Il concetto di eleganza è quasi spirituale: lo troviamo in un gesto, in un sorriso, in una parola… o addirittura in un silenzio! Ad esempio, la scorsa notte mi sono letta tutto d’un fiato Seta di Alessandro Baricco (vi ricordate? avevo scritto qualche post fa di aver visto il film e subito dopo di essere corsa in libreria ad acquistare il libro). Bene, in quel piccolo volume ho trovato rotoli di eleganza che si scioglievano come fili dal rocchetto. Dalla prima pagina, alle ripetizioni tipiche di Baricco fino alla famosa lettera d’amore.
Inoltre, come ho sottolineato in trasmissione, l’eleganza non è legata in maniera indossolubile alla moda. L’eleganza viaggia da sola, ma s’incontra e si scontra in binari diversi e su settori diversi; come ad esempio la moda!
Ho ricordato Audrey Hepburn come sinonimo di eleganza, ma anche Mariangela Melato come bellezza particolare, pur sempre elegante. L’avete vista in Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto? In quel film ha indossato sempre un bikini nero e una collana gold al collo con pendente. Ha trasformato quel semplice –  che dico semplicissimo! – look in qualcosa di estremamente elegante grazie alla sua personalità.
Poi mi è stato chiesto di nominare qualcuno di elegante ancora tra i vivi. Un uomo e una donna. A livello femminile ho citato la direttrice di Vogue Italia Franca Sozzani: c’è poco da fare è una di quelle donne dall’innata eleganza. Mi piace tantissimo quando assiste alle sfilate e incrocia le gambe strette, anzi strettissime. L’ho visto fare solo a lei, finora. Poi, per gli uomini, Lapo Elkann: uno spirito libero, creativo e innovatore. Insomma, una persona che fa tendenza. E nel suo modo di essere, così estroso, finisce di cadere – volente o nolente – nell’eleganza.
Perchè, come ho detto in trasmissione, l’eleganza non è un concetto oggettivo. Nessuno può stabilire l’outfit perfetto per essere eleganti.

L’eleganza, prima di tutto, sta nella nostra pelle.

E se ci stiamo bene, risulteremo eleganti al mondo intero. Anche con uno straccio addosso!

Aggiornamento: se volete sentire l’intervista cliccate sul video.

Non perderti gli aggiornamenti quotidiani sulla pagina facebook!
The Glossy Mag – il fashion blog di Francesca Succi | 

14 Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>