GRAZIA.IT – BLOGGER WE WANT YOU

Foto-del-50944265-01-2455947-alle-14-09

Questo è un post un po’ diverso dal solito. Desidero partecipare al contest di Grazia.it – Blogger we want you,  e per l’occasione, aprirò la mia porta di casa virtuale. E forse quella del mio cuore. 

Mi chiamo Francesca, ho 27 anni e sono una giornalista e blogger di moda. Trascorro le mie giornate sulla tastiera di un pc, sempre accorta e attenta alle fashion news. Il mio lavoro, però, non si limita solo a questo: per (e con) forza e volontà sto diventando imprenditrice di me stessa a tutto tondo nel campo della comunicazione assieme a mia sorella Isabella.

Ho i piedi in due “scarpe”, cioè in due città emiliane: Ferrara e Carpi. Nella prima racconto i trend sul quotidiano la Nuova Ferrara nella rubrica Fashion in the city. Nella seconda organizzo eventi, sempre nel mondo del fashion, in collaborazione – per ora – con Interno Divino wine, food and cafè.

La mia vita ruota attorno alle parole che iniziano con la “F”: fashion, food, fantasy… A pensarci bene, anche il mio nome inizia con la “F”. Sarà stato un segno del destino?!

La moda nella mia vita non è capitata per caso. L’artefice di questa passione è stata una donna molto importante della mia vita. L’unica che ho amato più di ogni altra cosa al mondo: mia zia. Lei, sarta e mancata stilista (perchè ha avuto paura di mettersi in proprio) per grandi nomi come Balestra, Cappucci e Gattinoni, mi ha condotto sin da bambina in un luogo magico fatto di sacrificio, fascino e bellezza. Di lei mi sono rimasti degli oggetti che custodisco gelosamente: un mannequin anni ’50, una vecchia Necchi da cucire, rocchetti di filo di ogni colore, ditali, aghi, bottoni e scampoli di stoffe pregiate. Lei era la Coco Chanel della famiglia: forte, coraggiosa e piena di risorse. E ora, anche per lei, porto avanti tutti i miei sogni. Come ho sempre voluto e ha sempre desiderato.

Se mi leggesse, probabilmente, si commuoverebbe. L’ho vista piangere poche volte nella mia vita, ma mai come quando ha letto il mio primo articolo pubblicato, oppure, quando l’ho chiamata dopo l’ultimo esame universitario.

Sogno ad occhi aperti ogni volta che ascolto musica – quella di qualità come una buona bottiglia di vino – e guardo Il Diavolo veste Prada. Mi sento ancora una piccola Andy sotto la Miranda di turno. Perchè, chi non sogna di avere Miranda Priestley nel quotidiano lavorativo?! E nella vita privata mi sono anche sentita come Carrie di Sex and the City; ma questa è un’altra storia.

Amo le pagine dei giornali, la sensazione al tatto della pagina patinata e l’odore dell’inchiostro, ma adoro l’immediatezza del web. Amo i grandi stilisti del passato e del presente, ma farei di tutto per lavorare come assistant di uno stilista emergente. Amo la moda, ma la vorrei più ricca di contenuti (e cerco di fare la mia parte in questo). Amo il mondo di Steve Jobs (tant’è che sono affamata e folle come non mai), ma adoro anche quello della concorrenza tecnologica. Amo la fotografia nella sua totalità, ma poi mi riduco a Instagrammare il mondo con il cellulare. Pratico facebooking e twitting per diletto, a dosi moderate e mirate. Amo il settore della bellezza, del benessere e il buon cibo. Amo i nuovi trend, ma ho capito che cavalcarli è quasi come correre contro il vento. E questo mi ha portato ad un punto di partenza-arrivo: tutto è moda e fa moda quando c’è personalità; anche se non rientra nelle correnti del momento. Inoltre, il concetto di essere alla moda non coincide con spese folli ed eccessive. Si può essere glamour anche – e soprattutto – spendendo il giusto. In periodi come questi è una filosofia di vita!

Perchè vorrei diventare una blogger ufficiale di Grazia.it? Perchè tutto quello che ho scritto è solo una parte della mia vita. Il resto vorrei poterlo raccontare nelle mie (e vostre) pagine. 

Il canale su Grazia che seguo di più è, ovviamente, quello sulla moda.
Sempre attivo e interessante, compagno di tante giornate in relax.
Francesca

2 Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>