[DELLA SERIE SONO SEMPRE SUL PEZZO] LE CARAMELLE-DEODORANTE: GLI AMERICANI CONTINUANO A SAPERNE UNA PIÙ DEL DIAVOLO

1
Non potevo esimermi nel raccontarvi l’ennesima trovata, questa volta, tutta all’americana. Lo dico: c’ho riso per quasi mezz’ora, ma poi mi sono ricreduta e ho pensato che si tratta di una vera genialata. 
Ora avrai le armi giuste contro il collega puzzone di sudore. Perchè? Basterà offrirgli la caramella-deodorante e profumerà fino a sera. 
Seeeeeeeeeee!? Direte voi…
Trattasi di una invenzione (se poi è bella e buona non mi è dato saperlo) tipicamente profumosa. Si vocifera che nella terra dove è stato rieletto Obama sia in commercio un deodorante caramella dal nome Deo Perfume Candy. In parole povere, la puzza che viene da sotto le ascelle non sarà più un problema: con un poco di zucchero la pillola va giù e tutto sembrerà più… pulito e profumato. Perdindirindina! La baby sitter più famosa del mondo avrà pur insegnato qualcosa!
A voi sembrerà una stupidata, ma è tutta chimica. Sentite a me: chi ha inventato le caramelle deodorante, a base di geraniolo, ha sfruttato il collegamento tra alimentazione e odore corpereo. Lo stesso che ti provoca quel sudore eccessivo quando mangi chili di cipolle assieme al curry, per esempio. Io non ho testato su me stessa sul binomio in questione, ma ho dovuto sorbirmi la puzza degli altri; soprattutto nei mezzi pubblici.
Approposito, se questo fosse vero sono pronta ad acquistarne pacchi scorta per farle gustare direttamente a chi non si lava di prima mattina. E di questi soggetti n’è pieno il mondo. Quante volte ho dovuto rifugiare le mie narici nella sciarpa imbevuta di profumo a causa del puzzo altrui? Innumerevoli! Quindi, uomo/donna avvisato, mezzo salvato! Però consolatevi gente: le Deo Perfume Candy per ora sono reperibili, oltre che negli States, in Spagna, Germania, Cina, Corea e Armenia.

8 Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>