L’IMPORTANZA DEL TONICO E UN BUON SUGGERIMENTO

Alzi la mano chi nella beauty routine utilizza il tonico? Scommetto che non sono moltissime le mani alzate…
Effettivamente anche io lo utilizzo da poco. Da quando ho scoperto che il tonico per il viso fa parte di un processo di pulizia e rinvigorimento della pelle quotidiana indispensabile, non riesco più a farne a meno. Inoltre, da quando lo uso, ho notato un miglioramento della grana della pelle del viso e maggiore elasticità. Quindi, il mio consiglio è quello di utilizzarlo sempre, la sera, durante la fase di struccamento.
Chi si sta chiedendo, si ma quale? Consiglierei in primis un prodotto quasi centenario: l’acqua di rose. Ideale contro gli arrossamenti e le pelli grasse tendenti all’acne.
L’acqua di rose si trova ovunque, dalla grande distribuzione fino alla catena di profumerie in centro.
È l’ultimo prodotto che ho utilizzato prima di scoprirne un altro a cui mi sono affezionata: il tonico Olaz essentials per pelli normali/secche e miste.
Prima dell’acquisto ero titubante per via del colore. Con quest’azzurrino ho pensato chissà quali schifezze potesse contenere. Poi, leggendo l’inci, ho scoperto che è buonissimo. Come ingrediente di base c’è acqua, glicerina, aloe e pantenolo. La conferma poi è arrivata nella descrizione esplicita: una delicata formula senza alcool, contenente estratti di cetriolo e aloe in grado di rimuovere efficacemente le tracce di trucco e sporco cutaneo.
Il flacone contiene 200 ml di prodotto per un prezzo che varia dai 4 ai 5 euro (non lo ricordo di preciso). Direi soldi spesi più che bene!
E ricordatevi: il tonico (con successiva crema idratante e nutriente) si passa anche sul collo. Lì si trova la pelle più delicata, predisposta e soggetta alle rughette. 

13 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *