SURI CRUISE: STORIA DI UNA FASHION BLOGGER ANNUNCIATA

Tampino virtualmente – nel senso che la seguo affascinata (che avete capito!) – la bambina più fashion dell’universo sin da quando è uscita dal pancino di Katie Holmes. Quando ancora la Katie faceva Cruise di cognome. Poi, ultimamente, è inevitabile non seguirli: il divorzio tra i due e ancora i riflettori puntati. Alcuni rumors dichiarano che lei è tornata dal primo ex della pre-era Cruise, insomma siamo di fronte ad intrighi degni di Brooke Logan in Beautiful. 
Ma il focus del post è lei: miss Suri. Colei che a soli 5 anni ha già una pagina facebook con quasi 17.000 fan. E se non mi credete fate una ricerca!
Da brava personcina previdente, cioè colei che guarda più in là del suo naso (usando un luogo comune o una forma dialettale prettamente ferrarese), mi sono detta: facciamo passare altri 4-5 anni e Suri sbarcherà nel fashion world con il suo virtualissimo fashion blog.
Ve la immaginate? «Mamma, prendi la reflex e scattami delle foto qua sulle scale della casa di Carrie Bradshaw. Nooooooo, qua, sul secondo scalino. Metti bene a fuoco la Birkin. Mammaaaaaaa, ma dove guardi! Katie, come fotografa sei pessima quasi come attrice!». Mi perdonerà Katie.
Oppure, durante i giorni previsti con papà Tom: «Papy, facciamoci una foto con Instagram (che chissà come si sarà evoluto nel frattempo, tipo con immagini e filtri 3D), che fa tanto figo. Così tutte le altre blogger rosicano perchè sono la figlia di Tom Cruise. Tiè!». E papà Tom pur di far felice la figliola, visto che la vede pure poco causa divorzio e causa affido, l’accontenterà con un sorrisetto plastico. Quello che sfornava ai tempi d’oro in Top Gun (dalla regia può partire take my breath away, prego). Ammiccamento e click!
Già immagino l’orda balorda di hit shoes, hit bags, hit total black, total white, total color block, hit tutto… pur di essere la fashion più fashion del creato. 
Dopo il consumo per striscio da Pos di 100 carte di credito da parte di little Cruise, Katie e Tom s’incontrarono nel bel mezzo di un parco newyorkese per far tornare Suri a casa della mamma. Uno sguardo a Suri durante una sua sessione impazzita di autografi alle glam-teen e un sussurro a dentri stretti:  «Abbiamo messo al mondo un “mostro”». 
Ragazzi, certe deduzioni arrivano (se arrivano) meglio tardi che mai!
 
COMUNICAZIONE DI SERVIZIO: la giocherellona che è in me, dopo aver scritto questo post, per curiosità, ha fatto una googolata: Suri Cruise Fashion Blog. E guardate il risultato della ricerca? Suri Cruise Fashion Blog
Non posso neanche avere la soddisfazione futura da vecchia zia con un “ve l’avevo detto!”.

16 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *