Dom. Mag 19th, 2019

MEGLIO POCO, MA BUONO. E SE PUOI TANTO, ANCOR DI PIÙ!

Quella santa donna di mia zia, da quando mi ha dato il potere di fare shopping da sola, e più precisamente dopo i quindici anni, diceva sempre: «Ricorda come spendi i soldi: meglio acquistare una cosa – una sola – ma di qualità (e che può costare tanto), che cento senza valore». In poche parole, meglio investire su qualcosa di buono rischiando di spendere tanti soldi, che puntare sulla grande quantità ed essere costretti a riacquistare quella cosa più volte; con lo scotto di spendere il doppio e poi finire sull’acquisto di qualità.
Inizialmente, le davo poco ascolto. Poi da quando ho cominciato a lavorare e a capire il valore dei soldi, sono diventata più saggia e oculata.
Una massima che sto applicando da tempo su qualsiasi oggetto che acquisto: dal cibo al make up, dall’accessorio all’abbigliamento. E con questo non sostengo che tutto quello che si presenta molto costoso sia di qualità. Prezzo alto, di solito, non fa rima con alta qualità. Anzi! Ci sono casi in cui si spende tantissimo per qualcosa – di tanto desiderato – che poi si rivela una ciofeca. Vero? Basta agire con intelligenza e astuzia, soprattutto in tempi di crisi come questi.
Ad esempio, la prima volta che ho messo piede a Firenze sono rimasta colpita dagli articoli in pelle presenti nel Mercato di San Lorenzo. Sto parlando della famosa pelle toscana che non ha brand, ma ha un valore e un brand nella caratteristica del nome. Per dirvi, che preferisco una borsa di pelle del mercato suddetto che un plasticozzo del solito market low cost dalla durata limitata, anzi, limitatissima. 
Poi ci sta pure l’acquisto stracciato, a volte conseguenza di shopping compulsivo o di una terapia per mandar via la sindrome pre-mestruale, ma tenendo a mente sempre la qualità, l’uso e il consumo dell’oggetto acquistato. 
Perchè, crisi o non crisi, io ho cominciato a dire no alla bigiotteria scadente che si sfalda cadendo a terra; t-shirt sbrindellate e ristrette dopo il primo lavaggio, o peggio ancora, borse con la cerniera rotta dopo la prima trasferta fuori porta. Come ad esempio, è meglio un pranzo o una cena con meno frequenza nel ristorantino esclusivo dove si mangia bene, che tutti i weekend in quello scadente. Se poi potete andare nel primo come e quanto volete, meglio ancora!
E per chi non andrà al mare, in piscina o semplicemente in vacanza… buono shopping. Di qualità!

17 thoughts on “MEGLIO POCO, MA BUONO. E SE PUOI TANTO, ANCOR DI PIÙ!

  1. Quanto quoto le parole di tua zia! Anche se negli ultimi saldi ho peccato, lo ammetto! Dovrò espiare le mie colpe, ma quelle due camicie di Pimkie e quel vestitino bianco a 15,00 euro erano troppo carini per lasciarli lì! Però concordo con te. La bigiotteria non posso usarla: sono allergica. Quindi una tentazione in meno, eheh!

  2. assolutamente d’accordo, qualche acquisto low cost ci sta tutto, basta essere oculati nella scelta, una tee un vestitino estivo, le borse però per quanto mi riguarda devono essere signore borse ehehe

  3. Sono sempre stata di questa filosofia, memore degli insegnamenti di mia mamma. E così nell’armadio ho cappotti meravigliosi che hanno già parecchi anni ma che sembrano nuovi!

  4. Bel post Fra io sono perennemente combattuta,ho la smania di comprare robe a basso prezzo(soprattutto per quando riguarda abbigliamento ed accessori) ma mi rendo conto che poi metto sempre gli stessi abiti perchè mi stanno bene (e perchè mi ci affeziono ma vabbè questo è un altro discorso ahaha) devo riuscire anche io a comprare poco ma di qualità!!!

  5. Sulle borse ti do pienamente ragione, meglio poche ma buone e non quelle che dopo uno o due utilizzi si rompono! Quanto invece all’abitino particolare (ad esempio nei colori neon)che l’anno prossimo non indosserai il low cost a mio avviso ci sta :)

    Kiss Ale
    THE CHILI COOL

    FACEBOOK

  6. Concordo pienamente per il make up, le creme e sullo stare molto attente con gli accessori, anche perché possono dare problemi di allergia ma per gli abiti sono fan del low cost soprattutto perché molte cose quando non vanno non le metto, quindi sarebbe un peccato! Invece per i capi basics concordo con te, meglio fare un buon investimento! :)
    kisses
    http://blog.dorafashionspace.com/

  7. Ho roba low cost che indosso da anni e sono perfette! Borse, bigiotteria e scarpe intatte dopo averle usate tantissime volte. O sono fortuna o riesco a scegliere bene…Per i capi basici ci sta di spender qualcosa in più, ma se il budget è ristretto io preferisco aver un bel guardaroba e non indossare sempre le stesse cose!

    http://www.cheapandglamour.com

  8. Buon shopping anche a te :D Mi ritrovo in quello che hai scritto essendo cresciuta con questo saggio consiglio datomi da mamma :)

    Con affetto,Mia

  9. Concordo con te sul make-up! Inoltre penso che sia un ragionamento giusto da fare quando si vuole acquistare un capo must, che si sa che DEVE durare nel tempo. Se, però, ci si vuole togliere uno sfizio, si vuole comprare una cosa che non sappiamo quanto la indosseremo o magari lasciarci conquistare dalla moda del momento allora va bene spendere poco così il nostro cuore (e portafoglio) non ci rimarrà male a lasciare il capo suddetto nel cassetto quando ci saremmo stufati.

    Once Upon a Time..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *