CONTEST TAG THE GLOSSY MAG HAPPY B-DAY BLOG: LA VINCITRICE È ELENA PITITTO DI THE LITTLE DREAMER

303424_356703471053470_1519467000_n
Come vi avevo detto in questo post, ieri, si è consumato il contest che avevo creato per festeggiare i quindici anni della nascita del blog in rete. Per l’occasione hanno partecipato Beatrice Farolo Puglini con il blog dedicato a dn3, Isabella con quello sulla cucina vegana, Rocco con il suo blog inutile (è così che lo definisce), Fausto con il suo diario-taccuino ed Elena con il suo fashion blog (per vedere tutti i post clicca qui). Proprio quest’ultima ha vinto il contest con la seguente motivazione: con impegno ha creato emozione; quella che ogni giorno utilizza per postare nel suo blog.

Come vincitrice ha avuto diritto ad una intervista. Vogliamo leggerla? Scopriamo Elena Pititto di The little dreamer.

Elena, spiegaci perché hai deciso di aprire un blog di moda. 
«Il perché? Beh ora ve lo racconto ed è una storia assai lunga. Da molti anni nel mio tempo libero (quel poco che mi resta tra la musica, la danza, la poesia e le altre passioni che ho) adoro disegnare bozzetti di moda. È una passione che ho fin da quando ero una piccola bambina che del mondo conosceva ben poco. Adoravo prendere carta e penna e disegnare su piccoli ritagli e mi divertivo moltissimo a creare vestitini per le mie bambole. Poi crescendo mi sono anche appassionata alla lettura di riviste di moda. Da quando frequento il liceo (studio lingue straniere) la passione per la moda si è intensificata e così anche la passione per il fashion design. L’anno scorso sono venuta in contatto con la realtà dei fashion blog e ho capito più a fondo la potenzialità dei social networks. Così mi sono detta “perché i miei disegni non li pubblico su una pagina in modo tale da mostrarli a molte persone?”ed ecco creata nel marzo 2011 la pagina Facebook intitolata “The little dreamer by Elena Pititto”. La realtà della pagina Facebook però, non mi entusiasmava del tutto; così decisi di aprire anche io un blog. Il 13 giugno ho scritto il mio primo post pubblicando alcuni dei miei disegni. Mai avrei pensato di diventare una fashion blogger. Da allora è passato più di un anno e ogni settimana scrivo post per le mie carissime followers e per tutti coloro che visitano dai diversi Paesi del mondo, il mio piccolo “fashion world”. Si può quindi dire il motivo dell’apertura è stato legato alla pubblicazione dei miei bozzetti e alla passione per questo mondo meraviglioso».
Il titolo del tuo blog è the little dreamer. La piccola sognatrice che c’è in te cosa si aspetta dal futuro? 
«Ho scelto il titolo “the little dreamer” perché mi ritengo una sognatrice a tutti gli effetti. La classica ragazza romantica e ambiziosa per il suo futuro che molto spesso si ritrova a fantasticare con la testa fra le nuvole. Cosa mi aspetto dal futuro? Beh considerando i miei sogni e le mie aspettative… molto. Al momento sono una studentessa liceale e a settembre inizierò il quinto anno. Ed ecco qui che inizio ad interrogarmi su ciò che voglio fare “da grande”. Quella fatidica domanda che fin da piccoli ti chiedono e alla quale si è sempre un po’ titubanti nel rispondere. Tutt’oggi posso dare una risposta incerta. Il mio sogno è quello di lavorare nel mondo della moda. Sogno di diventare stilista e di creare un mio brand. Quindi all’università vorrei intraprendere gli studi in questo settore. Mi piacerebbe frequentare l’Accademia del Lusso o lo IED ma penso che questi rimarranno solo dei grandi sogni chiusi nel cassetto. Ogni tanto mi capita di sognare di essere nei panni dell’aspirante giornalista Andrea di “Il diavolo veste Prada” alle prese con il suo lavoro alle dipendenze dell’influente e famosa direttrice della rivista Runway, Miranda. È così bello sognare… restando  un po’ con i piedi per terra, posso dirvi che dal futuro mi aspetto anche di andare a vivere in un Paese straniero (adoro viaggiare) e di trovare un lavoro consono alla mia passione per la moda. Nel frattempo che io cresco ancora un po’, dal futuro mi aspetto di crescere parecchio con il mio blog. Ora è piccolo e sconosciuto ma mi piacerebbe che questo venisse un po’ scoperto e che il numero di followers aumentasse».
Lo scorso 13 giugno il tuo blog ha spento la prima candelina. Cosa è cambiato nella tua vita, nell’ultimo anno grazie a questo strumento di comunicazione?
«Devo dire che in un anno sono cambiate parecchie cose. Mi pare ieri quando ho iniziato a pubblicare post. Oggi la mia vita è più soddisfacente grazie al mio blog. Ogni giorno ricevo commenti e visite e tutto questo mi rende davvero felice. Poi, il mondo dei fashion blog mi ha aperto nuovi orizzonti in questo settore e ha acceso in me nuovi sogni e speranze. Ho conosciuto (via web) moltissime fashion bloggers (non solo italiane) e ho partecipato anche a collaborazioni, contests e ad un evento davvero fantastico. Finalmente mi sento davvero vicina a questo mondo che fin da piccola ho sempre sognato! Grazie al blog, poi, ho imparato tantissime cose riguardo alcuni aspetti della comunicazione e ho potuto iniziare ad utilizzare in maniera più diretta le lingue straniere, mio oggetto di studio al momento. Essere fashion blogger è davvero appagante».

A chi t’ispiri, qual è la tua icona di stile?

«A chi mi ispiro? Bella domanda. Non ho una icona di stile unica, ne ho diverse a cui faccio riferimento. Per quanto riguarda lo stile del passato adoro Audrey Hepburn con la sua eleganza e raffinatezza, Marilyn Monroe per la sua bellezza curvy e per la sua semplicità. Poi ci sono Coco Chanel e le Sorelle Fontanache, con la loro ambizione, sono riuscite a coronare i loro sogni. Per quanto riguarda la moda del presente le mie icone di stile Vip sono Blake Livelye Leighton Meester. Le mie icone di stile tra le fashion blogger sono invece Veronica Ferraro e Olivia Palermo».

Ho scoperto che disegni bozzetti di moda. Quindi, il tuo sogno è quello di diventare stilista?
«Come ho già risposto nelle altre domande il mio sogno è proprio questo e spero con tutto il cuore di poterlo realizzarle! Vi invito a scoprire i miei bozzetti sulla pagina Facebook  a questo link: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.160908480632971.34092.160902783966874&type=3. Ce ne sono alcuni molto vecchi (2007-2008) e altri più recenti (2011-2012). Ora è da un po’ che non disegno perché sto dedicando il mio tempo soprattutto al blog ma spero di tornare presto ad avere matite e pantoni tra le mani. Spero un giorno che qualcuno mi faccia disegnare un abito su commissione, sarebbe una sfida e un sogno meraviglioso! Al momento disegno con quelle poche conoscenze che sono riuscita ad acquisire dalla lettura di articoli sul web e di libri e dall’attento parere di esperti. Mi auguro di poter imparare molto in futuro.

Per ora non mi resta altro che darmi da fare e cercare l’ispirazione in ogni singola idea che mi gira per la testa».
E per chiudere un saluto speciale per i lettori di theglossymag.com.
«Per chiudere ci terrei davvero tanto a ringraziare Francesca Succi l’autrice di questo meraviglioso blog per avermi invitato a partecipare al contest realizzato in occasione del 15° compleanno del nostro “caro amico in comune”: Blog. La ringrazio inoltre per avermi decretato vincitrice e per avermi dato la possibilità di rispondere a questa intervista facendomi conoscere da voi, care/i ed affezionate/i lettrici/ori di theglossymag.com. Carissimi lettori e lettrici vi auguro con tutto il cuore di poter realizzare tutti i vostri sogni che tenete chiusi nel cassetto del vostro cuore. Siate ambiziosi/e e sognatori/trici nel lungo cammino della vostra vita. Siate capaci di cogliere tutte le occasioni. Con questo speciale saluto, chiudo e vi invito a scoprire il mio mondo visitando e diventando follower del mio piccolo blog. Un bacione a tutti e grazie di cuore! Keep calm and dream!». 
E io ringrazio Elena per aver partecipato al contest e condiviso con noi i suoi bellissimi pensieri.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>