LA CLASSIFICA (SEMISERIA) DI UNA VERA DONNA FASHION

y1
Set by Polyvore
Oggi tutte vogliamo fare le donne fashion. Tutte vogliamo genofletterci al cospetto di Dio Glamour per essere considerate impeccabili e senza peccato di stile. Oppure, per essere semplicemente accettate dalla società. Andando indietro con gli anni, la storia e i pensieri mi sono chiesta come abbiano fatto tante icone di bellezza come Marylin Monroe, Audrey Hepburn e Brigitte Bardot (solo per fare qualche nome), ad imporsi senza uso di stratagemmi multimediali; quelli che oggi utilizziamo tutte. 
Sicuramente con tanto stile, pochi accorgimenti di bellezza e quell’essere sfuggente dalle mode del momento e dai mezzi di comunicazione. A quei tempi la diva era tale perchè intoccabile e non reperibile facilmente. E questo la rendeva intrigante agl’occhi di tutti. Era proprio ciò che non si sapeva, a renderla preziosa a giornalisti e fan. Una diva come un iceberg: la punta visibile a tutti non era paragonabile all’immensità immersa, sapientemente. Nascosta si; ma che sappiamo tutti che c’è.
Quindi, ipotizzando una classifica del nuovo millenio, come dev’essere oggi una vera donna fashion? Sicuramente, deve unire il giusto compromesso tra le donne del passato e quelle del presente. Secondo punti ben precisi possiamo dire: 
1. Determinata. Per le donne la determinazione non è mai troppa. Da utilizzare nel lavoro e il tempo libero. Determinazione, che non fa rima con maleducazione; questo mai! Quella è prevaricazione!

2. Dolce.
La dolcezza può essere solo innata; c’è chi ce l’ha e chi non ce l’ha. Considerate inutile l’assunzione di zucchero a tutti i pasti: rischierete solo di farvi venire il diabete.
3. Garbata. Il garbo è quell’elemento che ti viene donato da Dio dalla nascita e dalla famiglia se t’insegna l’educazione. La gentilezza e la cortesia che non è mai fuori moda. Potete essere vestite con una tuta da jogging, ma se avete garbo otterrete il mondo persino da uno sceicco!
4. Simpatica. Riassume l’importanza di quest’elemento l’aforisma di Giacomo Leopardi: chi sa ridere è padrone del mondo. Ergo, nevrasteniche fateneve una ragione!
5. Non scontata. E non in riferimento ai saldi e alla cassa del punto vendita, ma all’ovvio. La creatività è il sale della vita ed è un qualcosa da coltivare e stimolare come un muscolo.
6. Riservata nel rivelare i segreti di bellezza. Oggi un po’ tutte siamo abituate a fotografare e spifferare i nostri segreti di bellezza. Ciò che ci rende più belle e appetibili agli occhi degli altri. Non critico e giudico chi lo fa, anzi è una forma d’informazione verso il prossimo! Però ricordatevi che le dive di un tempo non facevano sapere i loro segreti di bellezza neanche sotto tortura. Traete voi le conclusioni.
7. Non ostentata. Chi si mette vistosamente in mostra, finisce spesso con il non piacere. Le persone non sono così stupide: se uno vale sul serio, si noterà senza problemi. La mia massima è: ostentazione portati via, per non vivere in agonia!
8. Non esibizionista. Le esibizioni lasciamole fare agli attori o ai pagliacci del Circo. Perchè chi tale è, diventa solo il protagonista di un circo; sociale e mediatico.
9. Colta. Ragazzi, io per la cultura e lo studio ho il pallino. E sono dell’idea che una persona può anche essere tremendamente attraente, ma se poi quando apre la bocca fa cedere le braccia, allora non fa proprio per me. Il bagaglio culturale, e non il beauty case, rende vivo il cervello e l’interesse degl’altri su di noi. Ricordatevelo!
10. Semplicemente se stessa. Ultimo punto, ma non perchè meno importante. Anzi, il più importante in assoluto: essere se stessi. Nel bene e nel male. Premia sempre e rende una persona riconoscibile tra milioni. In poche parole una vera icona di stile!

13 Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>