BRACCIALETTI CRUCIANI: IL FRESCO ACCESSORIO DELL’ESTATE 2012

IMG_4408
Bracciali Cruciani
Oggi parliamo dei braccialetti Cruciani. Quelli tanto semplici, carini e multicolorati di cui vanno pazze tutte le fashion addicted e vip del momento.
Ma sapete come sono nati, cosa rappresentano e come vengono creati?
Il fenomeno dei braccialetti quadrifoglio Cruciani scoppia nell’agosto 2011 quando, davanti alla boutique Cruciani di Forte dei Marmi, si registrano code interminabili di persone che affollano il negozio –  giorno e notte –  pur di accaparrarsi uno o più colori del braccialetto dell’estate. Il boom non impiega molto ad estendersi a tutta la penisola.  E non solo da noi!
Con l’arrivo dell’ultima Vogue Fashion Night Out i braccialetti fanno il loro debutto ufficiale anche a Milano, dove il successo è subito garantito e riconfermato da un’edizione limitata dell’ambitissimo braccialetto, realizzata dalla maison, in occasione della settimana della moda milanese.
L’eredità e l’esperienza dell’azienda di merletti Arnaldo Caprai (maestro nel settore di cui v’invito a visitare la collezione museale), raccolta con orgoglio dall’azienda Cruciani, ha fatto si che in questo braccialetto siano racchiusi i valori e la maestria artigianale del made in Cruciani. I braccialetti sono, infatti, unici per il loro valore e facilmente distinguibili dalle ormai sempre più frequenti imitazioni: ogni braccialetto possiede 7 quadrifogli di pizzo macramè affiancati da un C.

Linea Amore e Fortuna

In particolare, il braccialetto Cruciani con il quadrifoglio nasce da un idea di Luca Caprai e dalla volontà di comunicare ad un pubblico giovane sempre più attento ed informato, attraverso un elemento come il pizzo. Un concetto che può sembrare apparentemente lontano dalle passioni d’oggi, ma che racchiude in sè molta della cultura e tradizione nostrana.
I braccialetti sono realizzati tutti ad ago in pizzo macramè dal gruppo tessile Arnaldo Caprai, e quindi, assolutamente 100% made in Italy. In poco tempo sono diventati un must have, icone di pensiero e vitalità del brand e di chi li indossa.
Sono disponibili in vari soggetti: dal celebre quadrifoglio, simbolo della fortuna e purtroppo in natura in via d’estinzione, fino a cuori; poi Ponte Milvio dedicato all’amore giurato sul celebre ponte della città eterna per arrivare ai draghi quale tributo all’anno cinese appena iniziato. E l’ultimo successo: la farfalla, simbolo di femminilità e libertà.
Linea dedicata all’anno cinese del Drago
Linea farfalla
Ed ecco i miei: due bracciali Cruciani della linea amore e fortuna. Amore per via dei cuori, e fortuna per i quadrifogli. 
Photo credit: Francesca Succi
Photo credit: Francesca Succi
Ringrazio il brand Cruciani per questo omaggio graditissimo. Quelli che vedete nei miei scatti sono della linea Amore Fortuna. E sapete perchè Cruciani ha combinato questi elementi in un binomio perfetto? L’amore va a pari passo e a braccetto con la fortuna.
Photo credit: Francesca Succi
Amore e Fortuna in due linee parallele che si snodano, s’intrecciano e si legano come nel bracciale Cruciani color verde (speranza) e arancio (energia). Un significato nel significato. E l’augurio nell’augurio.
Amore e Fortuna: complementari in un’unione perenne e inossidabile; la Fortuna è un attimo, l’Amore tutto il resto.
Photo credit: Francesca Succi
E ora che l’indosso saranno sempre con me. Assieme al mio bracciale Tiffany con il cuore faranno un figurone. L’estate 2012 è alle porte: scegliete il vostro Cruciani e… buona estate!
Photo credit: Francesca Succi
Curiosità: il cuore è il simbolo dell’amore puro, quello più romantico e passionale. Invece, per quanto riguarda il quadrifoglio, la simbologia e la tradizione vuole che porti molta fortuna. Ma secondo credenze popolari ogni foglia avrebbe un suo significato: la prima speranza, la seconda fede, la terza amore e la quarta – proprio – fortuna.

21 Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>