RIFLESSIONI FASHION: MENO È MEGLIO?

louiseWEB
The Sketch Book by Inslee Haynes
Ho raccolto le foto per il prossimo articolo di Tgiste Style lo stile in onda in pubblicazione lunedì su www.telegiornaliste.com, e esaminando l’ennesima telegiornalista in questione (una che ora è nell’occhio del ciclone), devo dire che mi sono ricreduta su diversi aspetti. In certi casi, e in alcuni soggetti, vige una regola ben precisa: meno è meglio. Meno in tutto: trucco, parrucco, accessori…
Coco Chanel lo sapeva e già all’epoca sosteneva: «Meglio un accessorio in meno che uno in più!». Aveva sicuramente ragione. 

Ad esempio, proprio questa settimana mi è arrivato un bracciale bellissimo che avevo acquistato prima di Pasqua. 

Per motivo e materiale sembra quello di Angela Caputi, con un vantaggio: ha un gancio comodo per chiuderlo e un charm per abbellirlo. Ecco, io un bracciale così lo indosserò solo senza altri fronzoli; magari su qualcosa di basico!
Occhio, quindi, al buon gusto che non fa smentire e cadere nel ridicolo. In certe occasioni, è meglio un timido punto luce ai lobi, o al collo, che un lampadario su entrambi i fronti. Come può far più colpo un semplice little black dress che qualcosa di più appariscente.
C’è sempre tempo per osare e spingere sul tiro del colore e la quantità; ma la cosa più difficile è saper togliere.
Una regola che mi sono imposta prima di uscire da un po’ di tempo: indossare gli accessori che mi piacciono di più, e prima di varcare la soglia, guardarmi allo specchio e toglierne almeno uno.
Coco Chanel docet: funziona!
Poi ragazze, questi sono punti di vista.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>