EVERGREEN: FRULLATO ALLA FRUTTA

frullato
Il mio frullato su Instagram
Sarà che le temperature si sono alzate in maniera repentina (e non vedevamo l’ora!) e la voglia di colore, freschezza e cibi buoni è venuta in un batter d’occhio, e sarà anche che – chi come me è restia a sbucciarsi la frutta – desidera qualcosa di facilmente reperibile, nell’immediato.
Non so per voi, ma per me è iniziata la stagione dei frullati ad oltranza. Fino a data da destinarsi. 
Frullati rigorosamente di frutta fresca, che vado ad acquistare al mercato del contadino nei giorni in cui viene allestito a Carpi. Lo preferisco alla grande distribuzione per una serie di motivi: la freschezza dei prodotti, i prezzi più bassi e la stagionalità delle offerte nei banchi. 
Personalmente trovo che il frullato sia una buona merenda, come alternativa a schifezze confezionate piene di conservanti, o un pasto sostitutivo (una volta ogni tanto; soprattutto d’estate!). 
Come lo preparo? Solitamente prendo due frutti: uno piccolo (come un kiwi) e uno medio-grande (come una mela o pera). Sbuccio e taglio tutto a pezzettini dentro il bicchierone del frullatore. A volte ammorbidisco i pezzi con un goccio di latte o acqua. Accendo e… via! Smetto finchè il composto non ha assunto una consistenza spumosa e cremosa. Ideale da mangiare con il cucchiaino o sorseggiare direttamente dal bicchiere.

Se così vi sembra poco gustoso, potete arricchirlo con frutta secca (uvetta, nocciole, noci…), gelato (vaniglia, crema, caffè) o una spruzzata di panna montata.

E se volete fare il pieno di vitamina C, potete spremervi qualche goccia di limone.
Buon frullato!

2 Comments

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>