DA SPOSA A WEDDING PLANNER

1

La mia settimana a Ferrara è giunta al termine (finalmente!). In questi giorni ho incrociato tante persone, tra cari e conoscenti, e in molti mi hanno fatto la fatidica domanda, quella che mi aspettavo dai più curiosi.  “Ma è vero che ti sposi?”. I rumors stanno impazzendo. La mia risposta è stata delle più scontate: “Si!”. Devo dire la verità, ho suscitato emozioni diverse: stupore, imbarazzo, invidia, indifferenza…ma in me c’è solo molta gioia. 

Ebbene si, la Carrie Bradshaw de noantri, colei che andava fiera dello status (convinto!) di single si è sciolta di fronte all’amore. A quello vero. E mi sono talmente esposta al punto da prendere una delle decisioni più grandi della vita. 
Ancora non abbiamo fissato una data, ma in comune accordo (a dire il vero io), ho scelto il mese in cui vorrei sposarmi: settembre. E’ il mese della mia nascita e ha un significato particolare per me:  è il mese che definisce la chiusura dell’estate e l’inizio dell’autunno. E’ un mese dalle temperature miti, i colori caldi e le giornate piacevoli. Mi ha sempre donato malinconia, ma anche gioia. Insomma, è uno spartiacque. E siccome per me il matrimonio avrà questo significato – tra la mia vecchia vita e quella nuova – allora la scelta è caduta in settembre. 
Per quanto riguarda le date, gli orari e qualsiasi altra cosa legata alla numerologia, sceglierò il 6. E’ il mio numero fortunato, e vorrei portarlo con me anche quel giorno.
Non ci sarà la funzione religiosa ma solo una celebrazione civile. Un pò particolare perchè avverrà in un Castello, il Castello Estense.
Per quanto riguarda la regia e la preparazione non assolderò nessun wedding planner. Voglio avere io il controllo totale della gestione del mio matrimonio. Sono troppo creativa, e non riuscirei a dare in mano ad un altro questo favoloso compito. Quindi, ricoprirò la veste di sposa e di planner. 

Ho già tante idee in mente. Ho raccolto tante foto e disegnato qualche bozzetto mentale. Ad esempio, posso già svelare con delle immagini la mia idea di matrimonio.

Dolce, informale, romantica, non troppo eccessiva e pretenziosa, ma ricca di contenuti, colpi di scena, emozioni, colori pastello, bagliori, luci soffuse, zucchero, messaggi, bolle di sapone, palloncini colorati e amore.

Voglio puntare sull’uso degli oggetti naturali e bio. Rivisitazione di molti prodotti sotto il punto di vista culinario e scenografico.

E soprattutto tanta, tanta, tanta ma dico tanta originalità!

[continua…]le immagini postate provengono da ricerche su google.it 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>